TEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA 2017: CONSIGLI PER LO STUDIO

Se vuoi frequentare il corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria, come saprai, devi sostenere un test d’ingresso per le facoltà ad accesso programmato. A differenza di Medicina, Veterinaria e Architettura, però, la prova di scienze della formazione primaria – così come quella di professioni sanitarie – non è del tutto fissata a livello nazionale, ma i test sono elaborati dai singoli atenei che però devono seguire le indicazioni fornite dal Miur. In quest’articolo ti forniremo qualche prezioso consiglio  per arrivare preparatissimo al test d’ingresso 2017.

Ecco le risorse gratuite per tutti: Simulazioni test ingresso 2017

TEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA 2017: I QUESITI

Il test d’ingresso di Scienze della Formazione Primaria è generalmente composto da 80 domande a risposta multipla con 4 opzioni di risposta e ha una durata di 150 minuti. Le domande della prova verteranno su:

  • competenza linguistica e ragionamento logico (40 quesiti).
  • cultura letteraria, storico-sociale e geografica (20 quesiti)
  • cultura matematica-scientifica (20)

Per quanto riguarda i punteggi, ogni risposta esatta vale 1 punto, mentre ogni risposta sbagliata o non data vale 0 punti.

TEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA 2017: COME STUDIARE

Per prepararsi al meglio al test di scienze della formazione primaria è necessario studiare e ripassare i programmi previsti, ma se segui alcuni trucchi e consigli potrai rendere il tuo studio più efficiente, meno dispersivo e quindi più veloce.

  1. Consulta i programmi di ogni materia: è il primo passo da compiere. Nel bando troverai nel dettaglio tutti gli argomenti, per cui consulta bene il programma da studiare contenuto nel bando 2017 (che uscirà nei prossimi mesi), e in particolare dai un’occhiata a quello dell’università in cui svolgerai il test. Le materie da studiare includono grammatica, letteratura italiana, matematica, storia, geografia e scienze.
  2. Dividi le materie e gli argomenti in più giorni. Fatti un programma per organizzare lo studio: inizia a ripassare una materia alla volta e suddividi gli argomenti giornalmente in base alla mole di studio e ai giorni che hai a disposizione per studiare.
  3. Fai degli schemi riassuntivi per le materie di studio.
  4. Allenati giornalmente (almeno 1-2 ore) ai quesiti di ragionamento logico e competenza linguistica. L’unico modo per familiarizzare con questo tipo di quesiti è l’allenamento!
  5. Esercitati con simulazioni e prove degli anni precedenti. A questo punto non ti resta che iniziare a esercitarti con le simulazioni e prove degli anni precedenti per familiarizzare con la tipologia di prova e valutarne la difficoltà. Cerca di svolgere i test nei tempi previsti dal Miur per la prova ufficiale e memorizza le domande e le risposte corrette: nel test d’ingresso 2017 potrai trovare domande simili o quasi uguali!

TEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA: TUTTE LE NEWS

Rimani sempre aggiornato sul test d’ingresso 2017:

Non perderti la guida completa per l’Iscrizione all’Università e scopri tutti i dettagli utili su come calcolare le tasse, gli esoneri previsti, la richiesta delle borse di studio e la documentazione necessaria per iscriversi.