Università, ma quanto mi costi? Prezzi in crescita per gli studenti (e le relative famiglie) fuori sede. L'indagine della Roomup fotografa una situazione poco positiva per i ragazzi, su cui pesano spese primarie (tasse e libri) e secondarie (vitto, alloggio e trasporti).

Il 58% degli studenti è chiamato a spendere più di 500 euro per le tasse, da questo esborso sono esonerati solo il 6% dei fuorisede. Il 50% degli studenti fuori sede paga, inoltre, tasse per 1000 euro.

Non solo. Il vitto costa annualmente intorno ai 1500 euro, mentre i costi di alloggio sono 3730 euro per una stanza singola e 2450 euro per una doppia. Insomma, i fuori sede pagano annualmente una cifra che balla tra gli 8mila ed i 9mila euro.

Va peggio agli studenti fuori sede che appartengono alla III fascia di retribuzione. (Reddito ISEE pari o inferiore ai 20.000 euro annui). Essi spendono annualmente 9.613,45 per una stanza singola e 8.316,73 per una doppia.

Dati in incremento. Per una stanza doppia, nel 2011, si spendeva il 4,18% in meno. Per una singola, sempre nel 2011, si risparmiava il 2,59%. Un vero e porprio salasso, a meno che non si conti su una borsa di studio.