Tema sui Diritti degli Immigrati: esempio svolto

Sentiamo spesso parlare di migranti, immigrati, emigrati: in ogni caso, sebbene ci siano delle differenze tra questi termini, ci riferiamo a persone che sono costrette, per svariate motivazioni, a lasciare il proprio paese. Si tratta quindi di esseri umani, e come tali devono godere di una serie di diritti. Devi svolgere un tema su questo argomento? Lo sappiamo, non è facile, tuttavia ci pensiamo noi a facilitarti il compito, fornendoti un esempio svolto da cui prendere spunto. E allora, continua a leggere: ecco un tema svolto sui diritti dei migranti.

Non perderti: Tema svolto sull’immigrazione: tracce

Tema sui diritti fondamentali dei migranti: introduzione

Tutti gli essere umani devono godere di alcuni diritti fondamentali, in tutte le situazioni della loro vita. E se uno si trova nella condizione di emigrare dovrebbe essere maggiormente tutelato, in quanto non si trova di certo in una situazione facile.

Non perderti: Tema svolto sull’immigrazione: la scaletta

Tema svolto sui diritti dei migranti: svolgimento 

Il diritto a migrare è stato riconosciuto ufficialmente, per la prima volta, nel 1948 con la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo: nell’articolo 13 si sancisce che ogni uomo ha il diritto di spostarsi all’interno del proprio Stato, di lasciare il proprio paese e di ritornarci. Nell’articolo 14 inoltre si sancisce che ogni persona ha il diritto di asilo internazionale. Nel 1966 inoltre, con il Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici, si è sancito il diritto di ogni persona di lasciare qualsiasi paese e di spostarsi liberamente all’interno di uno stato. A parte questi e pochi altri, non esistono diritti certi riconosciuti ai migranti, per cui occorre, al momento, metterci un po’ di buona volontà e cercare di contribuire, a seconda delle nostre possibile, affinché chi sta peggio di noi riesca a trovare una via d’uscita. A patto, ovviamente, che rispetti i doveri e le regole del paese ospitante. Non dobbiamo prenderci in giro: l’Italia sta diventando un paese di vecchi, la natalità è bassa e se entra un po’ più di forza lavoro questo andrà solo a nostro vantaggio. Gli immigrati dunque, a mio avviso, hanno il diritto di essere accolti, aiutati a trovare un lavoro così da cercare di uscire dalla miseria in cui sono stati costretti fino a questo momento. E non solo: non dimentichiamo il diritto all’istruzione, in quanto si tratta di formare le future menti, le nuove generazioni che insieme a bambini italiani avranno in mano le sorti del nostro paese. L’aiuto consiste anche nel cercare di infondere in loro il valore dei nostri principi: sarebbe opportuno insegnare loro cosa dice la nostra Costituzione, aiutarli a capire che occorre rispettare le religioni altrui e che, se si decide di abitare in un determinato Stato, occorre impararne la lingua e magari accettarne le tradizioni.

Ecco altre tracce svolte:

Tema sui diritti degli immigrati: conclusione

Forse ancora non siamo pronti, ma il cambiamento sta avvenendo gradualmente: bisogna solo accettare il fatto che la nostra società sta diventando multietnica e per questo motivo occorre garantire a tutti gli stessi diritti, rispettando le tradizioni e le religioni di ognuno. Solo con la tolleranza e l’accoglienza da parte di entrambe le parti riusciremo a costruire un futuro migliore.

Leggi anche:

Se invece hai bisogno di altri temi di attualità non perderti la lista completa: Temi svolti di attualità