Tema sui sogni e realtà: esempio svolto

Sogni o realtà? Sempre meglio sognare e puntare in alto per avere obiettivi migliori o stare con i piedi per terra e non badare molto alle cose diciamo “impossibili e irrealizzabili”? Beh, diciamo che la risposta non è delle più semplici perché come poeti, filosofi, scienziati al giorno d’oggi anche i cantanti c’insegnano e ci hanno insegnato che il motore che muove il mondo sono l’amore, i sogni, gli obiettivi che ogni individuo si prefissa e spende tutte le sue forze per realizzare e per ottenere determinati successi. Sogno e realtà è anche un tema dato molte volte a scuola, un argomento sentito e risentito fra i banchi e le seggiole di qualsiasi istituto e se anche tu prossimamente dovrai svolgere una traccia su questo argomento non preoccuparti, dopo la lettura di questo articolo avrai tutte le idee chiare per prendere spunto e svolgere nel migliore dei modi la consegna del testo!

Non perdete: Come scrivere un tema

Tema sui Sogni e Realtà: introduzione

“Sono sempre i sogni a dare forma al mondo” frase tipica e famosa di un grande cantautore italiano cioè Ligabue, ma il suo nome è solo uno degli ultimi sulla lista che potremmo estendere sugli individui che hanno parlato dei sogni. Intramontabile la teoria sull’interpretazione dei sogni di Freud, che basa tutta la sua filosofia e il suo pensiero sul continuo contrasto tra sogno e realtà, tra coscio e inconscio, tra il conoscibile e l’invisibile che è elemento solo della menta umana.

Tema sui Sogni e Realtà: svolgimento

Se volessimo, invece, parlare di qualcosa più “concreto” e reale e di tutta quella parte della mente umana che immagina e immortala attraverso figure pratiche i sogni starebbero sicuramente all’apice. Infatti fin dall’infanzia c’inculcano, come se fosse quasi un obbligo, il fatto che i sogni siano la cosa più bella che una persona possa avere, e questo concetto non  è assolutamente sbagliato. Tutto gira intorno ai sogni, fin dai primi anni di vita, dalle cose più piccole alle cose grandi che potrebbero essere quasi irrealizzabile. C’insegnano e ci dicono ogni giorno che solo attraverso i sacrifici, l’impegno, la buona volontà, lo studio e la tenacia si possono ottenere dei grandi risultati, e ovviamente esaudire anche tutti i sogni che fin da piccoli ognuno di noi ci portiamo dietro. Ognuno di noi ha un sogno, possiede un obiettivo, una capacità, un’ispirazione che può raggiungere solamente attraverso momenti e anni di duro lavoro. Dietro ogni piccola cosa, ogni piccola situazione quotidiana c’è un sogno che muove la volontà di ottenerla quella determina cosa. Pensiamo agli studi, sia superiori che universitari. Io, persona, scelgo un indirizzo e una facoltà universitaria per poi poter diventare quello che sogno da una vita così trasformando i sogni in realtà concreta e viva, in una vera e propria professione, che mi possa soddisfare sia a livello morale e personale! Non potremmo immaginare, mai e dico mai una vita senza sogni, senza obiettivi, senza un qualcosa che desideriamo e che potremmo ottenere solo lottando. Ma prendiamo un altro esempio pratico, un amore, il matrimonio, un figlio. Si dice che la completezza di una persona, oltre al lavoro è caratterizzata dalla formazione di una famiglia, un nucleo familiare unito, formato da madre, padre e figli: per ottenere tutto questo ci vuole molta tenacia, molta pazienza, che si nasconde dietro la tolleranza, e dietro un sogno, sogno che poi si realizza concretamente con  un “Noi”.

Tema sui Sogni e Realtà: conclusione

Ma l’argomento “sogno e realtà” non si conclude solamente con l’aspirazione, la speranza la volontà di ottenere un qualcosa. Questo argomento lo potremmo trattare anche in altro modo, come sogno nel vero senso della parola, che accade e succede nei precetti e preconcetti della nostra mente, nell’inconscio, luogo in cui riviviamo, senza nessun controllo, tutto quello che ci succede nella realtà, alterando qualsiasi momento e sensazione già vissuta. Mix di emozioni, delusione e turbamenti che nella realtà del quotidiano tentiamo di nascondere mentre loro fuoriescono soli, senza nessun comando nell’inquetudine della notte. Come si accennava poc’anzi, secondo Sigmund Freud il sogno mette in scena qualcosa che noi nel profondo desideriamo che avvenga, un desiderio che però è rimasto inappagato durante la nostra esistenza e che speriamo che si realizzi!

Temi svolti: tutto per i compiti

Se avete bisogno di altri temi svolti per finire in fretta i compiti ecco le nostre risorse: