TEST INVALSI 2018: LA VALUTAZIONE PER LA SECONDA E LA QUINTA ELEMENTARE

 I test invalsi 2018 sono ormai nel vivo e i primi ad avere sostenuto le prove di italiano e matematica sono stati i piccoli studenti della seconda e quinta elementare. Per loro, le prove invalsi si sono svolte in due giorni: il 3 maggio c’è stata la prova preliminare di lettura e la prova di italiano, mentre il 5 maggio la prova di matematica e il questionario studente. Diciamo subito che i test sono anonimi e il risultato non comprometterà la media scolastica. Tuttavia, è sempre bene totalizzare un buon punteggio: scopriamo allora come vengono valutati i test e come si assegna il punteggio a ciascuna domanda attraverso le griglie di valutazione.
Non perderti la guida completa sulle prove invalsi delle elementari: Prove Invalsi 2018 scuola primaria: i test

TEST INVALSI 2018: LE PROVE DI ITALIANO E MATEMATICA DELLE ELEMENTARI

 

Prova Invalsi di Italiano: serve a verificare le competenze di lettura e le conoscenze grammaticali degli allievi. E’ strutturata in 3 parti:

  • Prova preliminare di lettura: viene somministrata solo agli allievi di seconda elementare e serve a valutare il grado di comprensione del testo, la capacità di dare il corretto significato ad un termine, la capacità di comprendere le strutture morfosintattiche delle proposizioni.
  • Comprensione del testo: sono presenti uno o più testi accompagnati da domande a risposta multipla o singola.
  • Grammatica: si tratta di 10 quesiti a risposta multipla o aperta che mirano a testare le conoscenze grammaticali degli studenti.

Non perderti le guide dettagliate sulla prova invalsi di italiano della seconda e quinta elementare:

Prova Invalsi Matematica: valuta le conoscenze degli studenti riguardo numeri, spazio e figure, relazioni e funzioni, dati e previsioni. Le domande saranno a risposta multipla o singola, e potranno essere corredate da immagini, tabelle e grafici.

Ecco le guide sulla prova invalsi di matematica:

PROVE INVALSI ELEMENTARI: I CRITERI DI CORREZIONE

 Per la valutazione dei test invalsi per le scuole elementari ci sono specifiche griglie di correzione:

  • Prova Invalsi di Italiano: la griglia di correzione contiene il numero delle domande in sequenza con accanto la risposta corretta e la valutazione. Il voto viene espresso in centesimi, con un voto minimo di 10 punti a un massimo di 100 punti. Per ottenere la sufficienza bisogna totalizzare 60/100 punti. I criteri di valutazione possono essere 2: viene valutato il numero di risposte corrette per ogni sezione della prova, oppure viene valutato il raggiungimento del 55% o 60% delle risposte corrette in relazione all’intera prova.
  • Prova Invalsi Matematica: la griglia di valutazione tiene in considerazione le capacità dello studente riguardo agli argomenti di matematica proposti. Il voto è espresso in centesimi e va da 10 a 100; per ottenere la sufficienza bisogna ottenere 60/100. Anche in questo caso vengono adottati due criteri di correzione: vengono valutate le domande corrette di ogni parte della prova oppure viene valutato il raggiungimento del 55% o 60% delle risposte corrette in relazione a tutta la prova.

PROVE INVALSI ELEMENTARI: CONSIGLI

  • Imparate a gestire il tempo: cercate di annullare i tempi morti tra un quesito e l’altro, in modo tale da riuscire a finire in tempo il giorno della prova. Datevi un limite di tempo per rispondere ai quesiti più difficile, e calcolate un tempo più basso per rispondere invece a quelli più semplici.
  • Leggete bene il testo delle domande e chiedete aiuto agli insegnanti, se le istruzioni non sono chiare o avete qualche dubbio. Se la prima lettura non vi è bastata per comprendere le varie sfumature del testo o del quesito, rileggete, e con la matita sottolineate i concetti chiave e le informazioni rilevanti. Applicate il metodo degli indicatori visivi sia per la scheda d’italiano, che per i quesiti di matematica.

TEST INVALSI 2018: LE PROVE DI ITALIANO E MATEMATICA PER LE ELEMENTARI

 Allenati con le prove degli anni precedenti: