Tutankhamon: regno e morte

Tutankhamon, Il faraone-fanciullo, probabile figlio del faraone eretico Akhenaton, muore a diciotto anni senza aver avuto il tempo per distinguersi in grandi imprese, eppure è l’artefice, con i suoi consiglieri, del ritorno alla tradizione, a quell’ordine religioso e politico clamorosamente infranto dal suo predecessore. Il suo regno dur circa 9 anni, periodo in cui viene indotto dal clero a riportare la capitale a Tebe e a restaurare il culto di Amon. Il suo nome originale era Tutankhaton, che significa «immagine vivente di Aton», che richiamava il culto di Aton, dio Sole, imposto dal fratellastro Amenofi IV nel periodo in cui sedeva sul trono. Tutankhamon sposò la sorellastra Ankhesenamon, il cui nome originario era Ankhesenpaaton («vive per Aton). Per gli Egizi era tradizione, sposare una parente molto stretta. Il loro fu un matrimonio felice, sebbene non ebbero eredi. Il suo regno durò all’incirca dal  dal 1333 a.C. al 1323 a.C. e malato fin dall’infanzia, morì a Menfi nel 1323 a.C.

Leggi anche:

Tutankhamon: scoperta della tomba

Tutta la fama di Tutankhamon è legata alla scoperta della sua tomba, avvenuta il 4 novembre del 1922 grazie alla spedizione diretta da Howard Carter, archeologo ed egittologo britannico e sovvenzionata da lord George Herbert. La tomba denominata KV62, fu rinvenuta nella Valle deei Re, ma al contrario delle altre tombe, saccheggiate dai ladri, fu ritrovata praticamente intatta. Al suo interno gioielli di grande valore e un sarcofago d’oro massiccio ricoperto da pietre preziose. La tomba, sitauata sotto al sarcofago di Ramses VI, era perciò ben nascosta, ma divenne celebre ache per la maledizione contenuta nella scritta, che citava così: “la morte sopraggiungerà su rapide ali per colui che disturba la pace del re”Si iniziò a parlare di maledizione nel 1923 quando il conte di Carnarvon, finanziatore della spedizione di Carter, morì in seguito all’infezione causata da una puntura di insetto che, dopo avergli provocato febbre alta, si trasformò in polmonite. Carter, tuttavia, morì 17 anni dopo il ritrovamento della tomba mentre gli altri membri del gruppo morirono tra i 6 ed i 60 anni dopo il 1922.