Stress, ansia, notti insonni con il capo chino sui libri, vista che si sfuoca, dolori articolari, intorpedimento fisico, assenza di movimento, pause merenda… se si analizza la vita di uno studente medio, diremmo che studiare sia un’attività salutare per la mente, ma distruttiva dal punto di vista fisico. Tuttavia, ci sbagliavamo: secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Ospedale Universitario di Losanna e dall’Istituto svizzero di bioinformatica, preparare esami universitari allungherebbe addirittura la vita!

Lo studio, apparso sul sito SystemX.ch, conclude che, per ogni anno speso a studiare, dopo le scuole superiori, la prospettiva di vita si allunga di 1 anno circa. Tuttavia, la casistica non si applica ai fumatori, in quanto fumare diminuirebbe l’aspettativa di vita di circa 7 anni, mentre le persone in sovrappeso perderebbero solo 2 mesi di vita rispetto a chi è più magro.

La ricerca è stata condotta su un campione di 600 mila persone, mettendo a confronto stile di vita, geni e speranza di sopravvivenza. Che dire: vi è venuta voglia di studiare un po’ di più o nemmeno l’ipotesi di vivere più a lungo è sufficiente per farvi affrontare i libri per la sessione invernale?