WALT DISNEY: BIOGRAFIA, CURIOSITÀ E FRASI

Siete cresciuti a suon di pane e cartoni della Disney? La vostra infanzia si è arricchita grazie ad un mondo immaginario e bellissimo creato da un uomo visionario, intelligente e curioso? Conoscete a memoria, o quasi, tutte le storie raccontate e anche se siete cresciutelli ancora non perdete le nuove uscite disneyane al cinema? Siete stati fortunati, la vostra fantasia ringrazia.
Già perché Walt Disney ci ha regalato un mondo davvero speciale e non importa l’età, non importa se ora i problemi sono diversi: basta accentere la tv, mettere un dvd e immergersi in una realtà immaginifica e stupenda. Visto che siete dei veri fans, che ne dite di guardare più da vicino la vita di Walt Disney e spulciare qua e là alla ricerca di qualche curiosità? Siete nel posto giusto! Walt Disney e la sua vita non avrano più alcun segreto per voi d’ora in poi…

Non perderti: Cartoni animati Disney: elenco completo aggiornato 2017

disney biografia frasi

WALT DISNEY: SCHEDA BIOGRAFICA

  • Nome: Walter Elias Disney
  • Attività: animatore, disegnatore, cineasta, doppiatore e produttore cinematografico
  • Nascita: 5 dicembre 1901; Hermosa, Illinois (Stati Uniti)
  • Morte: 15 dicembre 1966; Burbank, California (Stati Uniti)
  • Coniuge: Lillian Disney (s. 1925–1966)
  • Figli: Diane Disney Miller; Sharon Mae Disney

WALT DISNEY: BIOGRAFIA

È Il caso di inizare con “c’era una volta”, non trovate? Scopriamo insieme le tappe fondamentali della vita di Walt Disney:

  • Walker Elias Disney Junior nasce il 5 dicembre del 1901 a Chicago: la sua vita è contrassegnata da un’infanzia non facile e vissuta prima nel Missouri, dove cresce lavorando i campi della fattoria acquistata dal padre, e successivamente a Kansas City. Qui, insieme al fratello Roy, contribuisce a mantenere la famiglia, alzandosi a notte fonda per consegnare i due giornali di cui il padre Elias aveva ottenuto gli appalti, in seguito ad una malattia che lo aveva costretto a vendere la fattoria.
  • Nonostante il duro lavoro, Walt la mattina frequenta regolarmente la scuola e si diploma nel 1917.
  • Segue poi dei corsi nell’Istituto Artistico di Chicago. Allo scoppio della prima guerra mondiale si arruola, pur non combattendo mai, contro il volere del padre.
  • L’amore per il disegno si trasforma in professione: Walt comincia a lavorare presso un’agenzia pubblicitaria di Kansas City in cui conosce lo straordinario disegnatore Ubbe Ert Iwerks, che diventerà poi il suo più stretto collaboratore. A “Kansas-City Ad“, una nota società di animazione, Walt, lavorando come ritagliatore di carta, ha la geniale intuizione che avrebbe rivoluzionato il mondo del disegno: far muovere quegli inermi pezzi di carta. Prende in prestito una cinepresa e inizia a fare degli esperimenti. Insieme al fratello e a Iwerks si trasferisce a Hollywood dove fonderà qualche anno dopo la “Walt Disney Production”.
  • Nel 1928 realizza un cartone animato che vede protagonista il personaggio che lo renderà famoso in tutto il mondo: Mickey Mouse, da noi conosciuto come Topolino.
  • Walt produce il primo lungometraggio a colori: Biancaneve e i sette nani (1937), cui seguiranno Pinocchio e Fantasia (1940). I racconti popolari ispirano la prolifica produzione Disney seguita nel 1941 da Dumbo e l’anno seguente da “Bambi“.  L’avvento della seconda guerra mondiale rallenta il lavoro di Disney.
  • Dopo la fine della guerra entrano nei cartoni di Walt soprattutto personaggi umani: Cenerentola, nel 1950, Alice nel paese delle meraviglie (1951) e La bella addormentata nel bosco (1958); poi La carica dei 101 (1961) ed altri meravigliosi capolavori tra cui l’innovativo Mary Poppins (1964) che, per la prima volta nel cinema, accosta personaggi animati ad attori reali.
  • Nel 1955 viene inaugurato Disnaeyland, un parco di divertimenti per bambini, idea coltivata già dagli anni ’30.
  • Walt Disney, fumatore accanito, muore il 15 dicembre del 1966 per un arresto cardio-circolatorio legato a gravi problemi ai polmoni. L’impero che è riuscito a creare sopravvive ancora oggi.
     

WALT DISNEY: CURIOSITÀ

La vita del creatore di Topolino e di moltissimi e bellissimi successi è ricca di curiosità. Eccone qualcuna per arricchire la sua biografia:

  • Walt Disney era un accanito fumatore, ma usava nascondere il suo vizio al pubblico, pensando che esso avrebbe potuto danneggiare la sua immagine e quella della sua azienda. Tom Hanks, nell'interpretare Disney in Saving Mr. Banks, avrebbe voluto ritrarre la sua abitudine di fumare, ma la Disney si è opposta.
  • Era il 1946 quando Salvador Dalì e Walt Disney si incontrarono negli Studios Disney di Hollywood per sviluppare un'idea di cortometraggio d'animazione. Il film però rimase incompiuto negli archivi Disney per moltissimi anni, e la pellicola fu terminata solo nel 2003, quando Roy Disney decise di riprendere in mano lo story-board e di portarlo a termine: il risultato è uno straordinario cartoon dal titolo Destino, un piccolo capolavoro di 6 minuti.
  • Dopo il grande successo di Biancaneve e i sette nani, Walt Disney cercava nuove storie da adattare in un film d'animazione: una di queste storie era La bella e la bestia. La produzione iniziò alla fine degli anni '30, però venne bloccata perchè non riusciva a trovare un trattamento adatto alla storia. Disney riprovò a riadattare la storia negli anni '50 senza riuscirvi, fu solo dopo il successo de La sirenetta nel 1989 che la Walt Disney Pictures decise di riprovare ad adattare la storia.
  • Dopo i flop al botteghino di Fantasia e Dumbo, la Walt Disney Productions era piena di debiti e rischiava il fallimento. Il fondatore riponeva in Bambi la speranza che fosse un successo, così da poter salvare la casa di produzione e fortunatamente, dopo un avvio in sordina, il film conquistò il pubblico.
  • Il film preferito di Walt Disney era Dumbo.
     

WALT DISNEY FRASI

Vi lasciamo con alcune frasi, citazioni e aforismi di Walt Disney, e alcune tratte dai suoi successi cinematografici d’animazione:

  • Se puoi sognarlo, puoi farlo
  • Tutti i sogni possono diventare realtà se solo abbiamo il coraggio di inseguirli.
  • C’è di che divertirsi a fare l’impossibile.
  • Ho sempre disegnato animali, sono meglio degli uomini.
  • Qual è la differenza tra un sogno e una obiettivo? Una data.
  • La fantasia non potrà mai invecchiare, per la semplice ragione che rappresenta un volo verso una dimensione che giace al di là del tempo.
  • È molto divertente fare l’impossibile…
  • Da queste parti, comunque, non guardiamo indietro a lungo. Andiamo sempre avanti, aprendo nuove porte e facendo cose nuove, perché siamo curiosi… E la curiosità ci porta verso nuovi orizzonti.
  • Spero soltanto che non ci dimentichiamo di una cosa – che era tutto cominciato da un topo.
     

WALT DISNEY: INFO E CURIOSITÀ SU FILM E CARTONI

Ecco tutte le nostre risorseper la scuola sul papà di Topolino:

Passiamo alle tesine. Scopri tutti i nostri spunti per fare un percorso multidicliplinare davvero creativo:

Abbiamo pensato anche ai ragazzi della Terza Media che devono sostenere l'esame:

(Foto: courtesy of Walt Disney Productions)