• Domanda n.
    17/17
  •  

Foucault prende in considerazione il linguaggio come esteriorità. Non è l’espressione diretta di un soggetto parlante, ma il luogo di una dispersione. Questa concezione porterà il filosofo a concentrare i suoi studi su:

anima

natura

Dio

mente

potere

Ti potrebbero interessare anche:

Immagine per Mutamento e sinoli in Aristotele

Mutamento e sinoli in Aristotele

Immagine per Bergson

Bergson

Immagine per Arte e catarsi in Aristotele

Arte e catarsi in Aristotele

Immagine per Schelling

Schelling