• Domanda n.
    4/10
  •  

Schopenauer, in accordo con Kant, ritiene che il soggetto e l’oggetto si trovino ad una distanza ontologica che rende inconoscibile, almeno in un primo momento, la cosa in sé. Tuttavia da dove intende cominciare Schopenhaur nel suo esame critico della possibilità di conoscere l’essenza di noi stessi?

precetti teologici

astrologia

corpo umano

psicologia

storiografia

Ti potrebbero interessare anche:

Immagine per Aristotele

Aristotele

Immagine per Bene e piacere: la vita mista in Platone

Bene e piacere: la vita mista in Platone

Immagine per Arte e catarsi in Aristotele

Arte e catarsi in Aristotele

Immagine per Schelling

Schelling