• Domanda n.
    53/90
  •  

"... tra le cattive abitudine del pensiero scientifico occidentale possiamo annoverare le posizioni che chiamiamo atomismo, riduzionismo e determinismo. Dietro queste c'e' l'idea che le totalita' debbano essere comprese scomponendole nelle loro unita' basilari, che le proprieta' di unita' microscopiche possano generare e spiegare il comportamento dei loro risultati macroscopici, che tutti gli eventi e gli oggetti abbiano cause precise, prevedibili e determinate. Queste idee ci sono state utili nello studio degli oggetti semplici, che sono costituiti di pochi componenti e che non sono influenzati dalla storia. ... Ma gli organismi sono molto di piu' che un semplice amalgama di geni. Essi hanno una storia che ha importanza e le parti che li compongono interagiscono tra di loro in maniera complessa. Gli organismi sono costituiti di geni che operano di concerto,
influenzati dall'ambiente, tradotti in parti che la selezione vede, e in parti che sono ad essa invisibili."

                                                                da Stephen Jay Gould: "Darwiniana", in "Il pollice del panda"


Una sola delle seguenti affermazioni e' deducibile dal testo riportato

Cercare le cause che spiegano e permettono di prevedere i fenomeni e' sempre inutile nell'ambito della scienza biologica

Un organismo non e' mai riducibile ai suoi componenti e pertanto deve essere studiato solo in una prospettiva storica

La concezione determinista della scienza classica non ha alcuna utilita' quando si debbano spiegare fenomeni biologici

Lo studio degli organismi richiede criteri che non coincidono sempre con quelli del determinismo scientifico

La concezione atomista deve essere assolutamente rinnegata quando si studiano gli organismi complessi

Ti potrebbero interessare anche:

Immagine per Medicina 1998

Medicina 1998

Immagine per Medicina 1999

Medicina 1999

Immagine per Medicina 2004

Medicina 2004

Immagine per Medicina 2002

Medicina 2002