• Domanda n.
    62/80
  •  

“Il grado di dissociazione, indicato col simbolo α , viene definito come la frazione di elettrolita che si issocia, cioè come il rapporto tra il numero di moli ionizzate e il numero di moli originarie; così, ad esempio, se mettiamo in soluzione 1.2 moli di elettrolita, e osserviamo che 0.3 moli si dissociano in ioni, mentre le  rimanenti 0.9 moli restano indissociate, il grado di dissociazione, in base alla definizione precedente, è dato dal rapporto tra 0.3 e 1.2. Si ha pertanto α=0.3/1.2 = 0.25. Spesso viene usata, invece del grado di dissociazione, la percentuale di dissociazione, che è data da α moltiplicato per 100; così, nel caso dell’esempio, la percentuale di dissociazione è del 25%”.
Quale delle seguenti affermazioni è in accordo con il contenuto del brano precedente?

Sulla base della definizione data, α deve essere compreso tra zero e infinito

Se su 0.4 moli iniziali se ne dissociano 0.3, la percentuale di dissociazione è del 7.5%

Se su 2.0 moli iniziali se ne dissociano 0.4, e le rimanenti 1.6 restano indissociate, il grado di dissociazione è dato da 0.4/1.6 = 0.25

Sulla base della definizione data, α può assumere valori sia positivi che negativi

Se la percentuale di dissociazione è 0.02%, il grado di dissociazione è 1/5000

Ti potrebbero interessare anche:

Immagine per Medicina 2010

Medicina 2010

Immagine per Medicina 2008

Medicina 2008

Immagine per Medicina 2007

Medicina 2007

Immagine per Medicina 2001

Medicina 2001