• Domanda n.
    9/80
  •  

Nell’Oratio de hominis dignitate (1486) l’autore, scorgeva nella mancata predeterminazione divina delle prerogative dell’essere umano l’indizio dell’eccellenza dell’uomo, in quanto essere libero e chiamato a forgiarsi da sé, rispetto ad ogni altra creatura. Si tratta di... :

Nicolò Cusano

Leon Battista Alberti

Marsilio Ficino

Giovanni Pico della Mirandola

Giannozzo Manetti

Ti potrebbero interessare anche:

Immagine per Medicina 2003

Medicina 2003

Immagine per Medicina 1998

Medicina 1998

Immagine per Medicina 2001

Medicina 2001

Immagine per Medicina 1999

Medicina 1999