Spiagge pericolose: le acque che potrebbero ucciderti

Si sente ancora l’aria di vacanza, di spiagge, mare e sole: ma sapete che ci sono alcune spiagge in cui si rischia addirittura la vita? E’ una cosa a cui non pensiamo mai perché associamo spesso, all’idea del mare e della sabbia, solo tanto relax. Purtroppo non tutto ciò che luccica è oro, non tutte le spiagge lucenti sono paradisiache e, anzi, nascondono delle insidie. Spesso i turisti organizzano le loro vacanze in posti ritenuti paradisiaci, ma non conoscono la storia e quindi possono imbattersi in brutte sorprese; noi non vogliamo che questo vi accada e siamo qui, oggi, a darvi tutte le dritte necessarie affinché non vi capiti mai nulla di brutto nelle vostre vacanze, prendete appunti e segnatevi le 10 spiagge più pericolose.

Leggi anche: Spiagge più belle del mondo

Acque pericolose: la top ten delle spiagge da evitare

Come vi abbiamo già accennato in apertura dell’articolo, non tutte le spiagge sono dei posti paradisiaci e da sogno come può sembrare dalle immagini che vediamo in rete o nei servizi televisivi. Possono essere tante le insidie e i pericoli che si nascondono dietro un’acqua cristallina, dietro una spiaggia dorata; quando si va in agenzia per prenotare un viaggio, spesso, non vengono detti i lati negativi di una spiaggia ma solo quelli positivi e, per evitarvi eventuali brutte sorprese future, vi diciamo noi quali sono le spiagge da cui tenersi lontani; le insidie più pericolose in cui potremmo imbatterci sono: squali, meduse, inquinamento e correnti fortissime:

  • Northern Territory, Australia: c’è una forte presenta di cubomeduse, la specie più pericolosa al mondo.
  • Fraser Island, Australia: squali, meduse e forti correnti marine in acqua, mentre a riva ragni velenosi, coccodrilli e dingo ad aspettarvi!
  • Chowpatty Beach, Mumbai, India: la più inquinata al mondo, è infatti assolutamente vietato fare il bagno!
  • Kauai, isole Hawaii: un luogo meraviglioso, ma occhio alle correnti, il rischio di annegare è davvero alto.
  • Red Triangle, California: la forte presenza di grandi squali bianchi rende molto insicure le acque del mare.
  • Shark Alley, Sudafrica: il nome la dice lunga, e se decidete di fare un giretto da quelle parti, potrete immergervi in gabbia e trovarvi faccia a faccia con gli squali bianchi.
  • Spiaggia di New Smyrna, Contea di Volusia, Florida: 235 attacchi da parte di squali dal 1882, ma pare che nessuno sia stato mortale.
  • Isole Marshall: l’Atollo di Bikini è patrimonio dell’Unesco, ma purtroppo la zona è pericolosa per la presenza di squali e radiazioni dovute ai test nucleari effettuati tra il 1946  e il 1958.
  • Beachwood Beach West, New Jersey: una delle più inquinate al mondo, con la presenza di virus e batteri che provocano malattie gravi.
  • Copacabana, Rio de Janeiro: pochissimi attacchi da parte di squali e nessun altro animale molesto… Il vero problema è l’alto tasso di furti.

Sono tutte spiagge abbastanza pericolose per la presenza di squali, meduse ma soprattutto a causa delle forti correnti che possono spingere e allontanare i bagnanti tanto da rendere difficile la loro uscita dalle acque. In merito a ciò, vogliamo aprire una piccola parentesi e dirvi che non tutte le meduse sono pericolose; quindi se non è necessario, non uccidetele. Altre insidie un po’ meno pericolose? Le spiagge affollate; vediamo insieme quali sono.

Spiagge da evitare: le più affollate

Anche una spiaggia affollata può essere considerata pericolosa; quando c’è troppa gente si rischia di non trovare posto per piantare il proprio ombrellone, per stendere il proprio telo da mare, ma soprattutto sono pericolose perché se si va con dei bambini c’è il rischio che possano perdersi. Vediamo insieme quali sono e cercate di evitarle se potete, soprattutto nei mesi di boom:

  • Fujiazhuang Beach, Cina (la più affollata del mondo!)
  • Haeundae Beach in Corea del Sud
  • Scheveningen, Paesi Bassi
  • Nazaré, Portogallo
  • Ipanema, Brasile

Vacanze estive: consigli e info

Se vuoi avere qualche spunto e consigli su come risparmiare non perderti: