Erasmus 2017, città costose: la classifica

E’ tempo di fare dei bilanci: oggi ci dedichiamo all’Erasmus e vogliamo scoprire, insieme a voi, quali sono le città più costose. Chi è già iscritto all’università non ha bisogno di venire qui e scoprire da noi di cosa si tratta; mentre per voi che inizierete, a breve, il vostro percorso universitario, ci siamo a noi a dirvi di cosa si tratta. Il progetto Erasmus, acronimo di European Region Action Scheme for the Mobility of University Students, permette agli studenti universitari europei di fare un viaggio studio, cioè di studiare e fare esami, per un certo periodo di tempo, in un’università straniera che deve essere legalmente riconosciuta. Il nome del progetto deriva da Erasmo da Rotterdam, umanista e teologo olandese, che per anni viaggiò per l’Europa per comprenderne le diverse culture. Il progetto permette allo studente di potersi arricchire umanamente e culturalmente, è un’occasione che vi consigliamo di fare e di godere di tutto quello che quest’esperienza potrà offrirvi. Vediamo insieme quali sono le città più costose e quelle invece più accessibili.

Erasmus 2017, le città più costose: l’elenco

Se si decide di fare l’esperienza dell’Erasmus si devono prendere in considerazione diversi fattori, tra i primi c’è sicuramente la città che vi ospiterà in questo periodo. La scelta più conveniente sarebbe una città non troppo grande, a misura d’uomo, e che non sia troppo cara; l’università sostiene lo studente con un budget mensile, ma se scegliete città non molto care potrete godervi meglio tutto ciò che andrete a vivere. Noi abbiamo la classifica delle città più costose, curiosi di scoprirla? Leggiamola insieme:

  1. Parigi: la magica e incantata capitale francese con i suoi monumenti e la bellezza delle sue strade ha un tenore di vita abbastanza alto.
  2. Londra: anche la capitale inglese, indubbiamente una città magica, ma molto cara.
  3. Berlino: anche la capitale della Germania, con i suoi alti grattacieli, è una città cara per andarci a vivere;
  4. Madrid: tra le città spagnole è sicuramente la più cara, se vi piace la Spagna come meta, optate per qualche città più piccola e più economica.

Non perdete: Erasmus: dove andare? La classifica delle mete

Erasmus: dove conviene andare

Per ora vi abbiamo presentato, molto in generale, il progetto Erasmus e vi abbiamo elencato le città più costose in modo da evitare di sceglierle come eventuale meta per la vostra esperienza; vi abbiamo accennato che l’università fornisce agli studenti un budget mensile, ma se volete togliervi qualche sfizio e vivere più serenamente senza pensare a contare il più piccolo centesimo, è preferibile scegliere una città non troppo costosa. Vediamo, quindi, quali sono le città meno care e dove conviene andare:

  1. Valencia: la bella cittadina spagnola accoglie con un grande abbraccio gli studenti che si recano lì per l’Erasmus, facendoli sentire a casa sin da subito.
  2. Lisbona: oltre ad offrire diverse attività da svolgere durante la giornata, e tanto divertimento la sera, è una città accessibile e non molto cara.
  3. Dublino: è pronta ad accogliervi con le sue lunghe distese di verde, prati, parchi e numerosi monumenti da visitare.
  4. Lille: ci sono diversi istituti, sia pubblici che privati, avrete l’imbarazzo della scelta; scegliete bene.

Vorresti studiare all’estero? Leggi: Studiare all’estero: una breve guida per orientarsi