Le destinazioni del Progetto Erasmus

Sarebbe bello approfittare del programma Erasmus per viaggiare e vivere un’esperienza di studio indimenticabile in un’altra università europea! Se è questo quello che volete e sognate, cogliete l’occasione al volo: le università italiane, grazie al progetto Erasmus, permettono agli studenti di trascorrere alcuni mesi per effettuare un soggiorno per studio all’estero. Ma dove vi piacerebbe andare? Ecco la guida con le destinazioni dell’Erasmus.

I paesi di destinazione dell’Erasmus 2018

Gli studenti in mobilità Erasmus per studio o tirocinio sonon ogni anno sempre di più: fare l’Erasmus infatti è una ghiotta opportunità. Diamo qualche numero, facendo un pò di cronistoria del lungo percorso dell’Erasmus per capire quali sono le destinazioni preferite dagli studenti d’Europa.

  • Le destinazioni storiche: il classico Erasmus si fa in Spagna, in Francia, in Germania e nel Regno Unito. Queste mete fanno da capofila tra le mete del Progetto e sono le più gettonate.
  • Le mete in crescita: l’Europa orientale. La mobilità negli anni si è diversificata così, accanto alle classiche mete ambitissime, si aggiungono nuove università. Infatti, analizzando le destinazioni dal 2006 al 2017,  si osserva che la mobilità verso gli atenei dell’Est ha registrato un incremento medio del 34%. Si sottolinea la crescita della Polonia che ha fortemente intensificato gli scambi con l’Italia.
  • A seguire, segnaliamo la mobilità verso i Paesi  Settentrionali  e occidentali con l’11%,  mentre verso l’Europa meridionale lo stesso incremento è stato dell’8,4%.

Leggete anche: Erasmus Plus 2018: bandi, scadenze, modulistica

Le mete del Progetto Erasmus

Se volete davvero fare l’Erasmus, avete l’imbarazzo della scelta. Ovviamente le mete di studio dipenderanno molto dalla Facoltà e l’Ateneo in cui studiate e dalla posizione in cui vi classificate, però dare una occhiata non guasta. Vediamo quindi nel dettaglio tutte le mete, da quelle più ambite alle novità. Dovete sapere che nel lontano 1987 gli Stati partecipanti erano Belgio, Danimarca, Germania, Grecia, Francia, Irlanda, Italia, Olanda, Portogallo, Spagna e Regno Unito; nel 1988 si è unito il Lussemburgo; nel 1992 si sono aggiunte l’Austria, la Finlandia, l’Islanda, la Norvegia, la Svezia; nel 1994 il Liechtenstein; nel 1998 Cipro, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Romania, Slovacchia; nel 1999 Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Slovenia. I Paesi che hanno aderito nel nuovo millennio sono stati Malta (2000), Turchia (2004), Croazia (2009) e la Ex Repubblica Iugoslava di Macedonia (2014).

Siete pronti per partire? Se vi servono altre info, leggete: