Perché New York è chiamata anche La grande Mela?

New York, un sogno per chi ama viaggiare! Tutti, una volta nella vita, dovrebbero provare l’ebbrezza di camminare a con la testa rivolta verso il cielo per ammirare gli altrissimi grattacieli della Grande Mela… ah, un attimo, ma perchè New York viene chiamata così? Quante volte avete sentito chiamare New York come The Big Apple? È un nome piuttosto curioso. Scopriamo insieme l’origine di questo strano e inusuale soprannome per una città.

Sognate la Grande Mela? Non perdete: New York: cosa vedere e hotel low cost

La grande Mela: ecco perchè New York è chiamata così

Per scoprire le origini di questo nome dobbiamo andare un pò indietro nel tempo e fare un salto di circa 100 anni. È nel 1909 che compare per la prima volta quando Edward S. Martin nel suo libro The Wayfarer in New York paragonò lo stato di New York a un melo, con le radici nella valle del Mississippi e il frutto a New York. Una immagine molto simbolica e suggestiva, gliene diamo il merito.  Agli inizi degli anni ‘20 poi il primo a utilizzare effettivamente il termine “Big Apple” fu il redattore sportivo John J. Fitzgerald. Dopo aver sentito chiamare così l’ippodromo di New York da alcuni scommettitori sulle corse dei cavalli, chiamò la sua rubrica “Around the Big Apple”. Grande mela stava a indicare le grandi vincite sulle scommesse. Un grosso aiuto venne dal mondo della musica Jazz poichè una tonda mela rossa era proprio il compenso che ricevevano i musicisti degli anni ‘30 suonando nei locali di Harlem e Manhattan. Iniziarono così a soprannominare New York come la “Grande Mela”, capitale di successo della musica jazz nel mondo. Quando un concerto si teneva lontano dalla città usavano invece dire che andavano a suonare sui “rami”.

The Big Apple: New York, la Grande Mela

Ma poi, come si diffuse e consolidò questo nomignolo? Anni dopo, nel 1971, il nome Grande Mela fu ripreso dal presidente del turismo, Charles Gillet, durante una campagna di promozione della città.  La città, nelle campagne pubblicitarie del tempo era paragonata a una grossa mela rossa e succosa: serviva per allettare i turisti e dare un’immagine invitante a una New York che spesso veniva vista come una città violenta e pericolosa. Da allora New York divenne per tutti la Grande Mela. Nel 1997 il sindaco Giuliani riconobbe ufficialmente la paternità del soprannome a John J. Fitzgerald, battezzando “Big Apple Corner” l’angolo tra la Broadway e la 54th strada, dove viveva il cronista sportivo.

La Grande Mela… un’ultima curiosità

Vi lasciamo con una chicca…tra i meno abbienti New York è soprannominata The Big Onion, “La Grande Cipolla”, perché si può sbucciare a strati, fino a rimanere in lacrime con nulla di fatto in mano. Sappiamo che la mela è più appetitosa di una cipolla, ma New York è anche questo, provare per credere…

E non perdete: Serie TV ambientate a New York: 7 da vedere assolutamente