La paura dell’ago è un problema per grandi e per piccini, eppure sembra che gli studenti saranno obbligati a questo “incubo”. Il governo infatti sta valutando l’ipotesi della donazione “volontaria obbligatoria” di sangue nelle scuole, come ha annunciato il vicepremier Matteo Salvini, sottolineando di essere al lavoro con il ministro dell’Istruzione.

Come reagiranno gli adolescenti a questa novità? In realtà dovrebbe riguardare solo gli studenti maggiorenni. Da anni su questo tema le associazioni fanno opera di sensibilizzazione nelle scuole, già a partire dalle scuole primarie grazie a un protocollo con il MIUR e alla disponibilità di tantissimi volontari.

A lasciare perplessi però è proprio l’obbligatorietà, come fa sapere il coordinamento delle associazioni per la donazione del sangue (Civis) e del Centro Nazionale Sangue: “Siamo convinti che si possa e si debba continuare a lavorare insieme sulla promozione di un gesto importantissimo, ma che deve sempre attenere a una motivazione personale di solidarietà“.