Made2Share: quello che dovete sapere sulla scarpa sostenibile

Siamo pronti a parlarvi di un’imperdibile novità, quella che riguarda il lancio di un nuovo prodotto della startup ACBC. Di che prodotto si tratta? Stiamo parlando di Made2Share, la prima scarpa più sostenibile del mondo online dal 28 novembre. Ora cerchiamo di mostrarvene le caratteristiche, ve ne faremo innamorare al punto che vorrete comprarla subito. Ci troviamo di fronte ad uno degli accessori che usiamo quotidianamente, le donne poi più ne hanno e più ne vogliono; ma questa non è una scarpa come tutte le altre, è diversa, è composta da una zip che vi consentirà di viaggiare più leggeri e compatti.

Made2Share la scarpa sostenibile prodotta da ACBC: chi sono?

Il prodotto di cui vi stiamo parlando oggi non si è creato da solo e dal nulla, dietro la riuscita di questa scarpa, che ha tutti i presupposti per raggiungere da subito un grande successo, ci sono il lavoro, la fatica, la costanza e la passione della startup ACBC. ACBC è una start-up innovativa  che progetta e produce calzature sostenibili. Nati nel 2017 grazie a una campagna Kickstarter di successo, oggi sono pronti per scendere in campo con la nuova scarpa più sostenibile del mondo, la Made2Share, la scarpa fatta con la zip che vi consentirà di viaggiare più comodi, più leggeri e più compatti. Ad oggi si possono contare 25 flagship store di ACBC in 8 paesi con una rete di clienti che arriva a 50.000. Ha anche un bel curriculum alle spalle fatto di collaborazioni in co-brand con marchi di alto livello come Armani e Moschino.

La scarpa sostenibile Made2Share: le caratteristiche

La nuova sneaker unisce la tecnologia modulare di ACBC con i migliori materiali biologici a processi produttivi sostenibili. Questa innovazione mira a ridurre di oltre il 45%le emissioni di CO2, perché il sistema di zip applicato alla scarpa consente di separarne la suola e usare la stessa con 12 tomaie diverse. La linea Made2Share comprende 3 stili di tomaia: Jogger, Sneaker e Chukka, ciascuno sviluppato in 4 combinazioni colore. I materiali impiegati sono naturali ed etici, come le fibre di Tencell e Piñatex o la schiuma di alga Bloom e la gomma di bambù e sughero naturale. Il direttore creativo e fondatore ACBC e Gio Giacobbe, CEO e fondatore ACBC, sono certi del successo che avrà il prodotto e sono altrettanto certi di poter risolvere alcuni problemi ambientali con la produzione di queste scarpe.

Per avere maggiori informazioni sulla scarpa, clicca qui