Dante e le Opere

Vita Nuova

Operetta composta “all’entrata della gioventù” probabilmente fra il 1292 e il 1293 e stampata la prima volta a Firenze nel 1576. Raccolta di rime che Dante trascelse dalla sua produzione anteriore e che collegò nel filo di una narrazione in prosa; la quale di ciascuna illustra il motivo generatore (“ragione”) e chiarisce per “divisioni” l’organismo […]

Donne ch'avete intelletto d'amore (Dante Alighieri)

Canzone della cui composizione egli dichiara, nella sua Vita Nuova (XVIII-XIX), la causa occasionale nonché l’improvviso erompere del motivo poetico dal quale essa è germinata. È l’esaltazione, in Beatrice, di quella bellezza spirituale nella quale riluce l’effetto della prima causa: Dio, che è la bontà, la bellezza e l’Amore. Tre attributi divini, che analogicamente risplendono […]

Monarchia

Trattato di filosofia politica nel senso aristotelico della parola scritto in latino e stampato la prima volta a Basilea nel 1559. Dante vi prospetta, sotto il segno del Sacro Romano Impero, e quindi in funzione di una concezione cristiana della vita, l’ideale storico concreto di una “monarchia temporale”, cioè legata al tempo e alle vicissitudini […]

Il De Vulgari Eloquentia

Trattato latino ideato e composto nei primi anni dell’esilio (1303-4), contemporaneo o di poco anteriore alla stesura del primo libro del Convivio, dove sotto altro punto di vista, ma con evidente analogia di concetti, si affronta lo stesso problema della lingua e dell’arte in volgare. Nella lucida concisione di un pensiero, che vi si organizza […]

Le opere di Dante Alighieri

Opere di Dante Alighieri: riassunti approfonditi delle opere fondamentali del Sommo Vate, con la struttura dei testi e le informazioni da ricordare.

La vita di Dante

La biografia di Dante Alighieri distinta in 3 tempi: il tempo della giovinezza, della partecipazione politica e dell'esilio.

Convivio

Composta nei primi anni dell’esilio dal 1304 al 1307. Concepita in quindici trattati, di cui il primo fosse d’introduzione e gli altri di commento ad altrettante canzoni “sì d’amore come di vertù materiate”, essa rimase in tronco al chiudersi del quarto trattato. Ma anche così, con la sua introduzione e con l’illustrazione di tre sole […]

Egloghe

Sono due composizioni bucoliche in lingua latina scritte da Dante nell’ultimo biennio della sua vita e pubblicate la prima volta nel 1719 a Firenze. Ne fu occasione un’epistola di tipo oraziano, che Giovanni del Virgilio, lettore di poesia latina allo Studio di Bologna, inviò a Dante sullo scorcio del 1319. Esaltando in lui la “voce […]

Tre donne intorno al cor mi son venute

Canzone che la compose nei primissimi tempi dell’esilio, indirizzandola (vv. 101 sgg.) ai Bianchi e ai Neri (“li neri veltri” ch’egli dovè fuggire), a testimonianza della sua sete di giustizia e del suo desiderio di pace. È la più bella delle sue “canzoni d’amore e di virtù materiate” (v. Rime); ed era forse destinata a […]