Storia di Roma Antica

La storia di Roma dalla fondazione fino alla fine dell’impero romano d’occidente.

Fine dell'impero, le invasioni

I Romani incontrarono per la prima volta i Germani quando i Teutoni e i Cimbri avanzarono nella Gallia e nella pianura del Po e furono disfatti da Mario (102 e 101 a. C.). Cesare, nella guerra gallica, ricacciò i Suebi oltre il Reno; Augusto tentò la conquista del territorio fra il Reno e l’Elba, ma […]

Traiano

(98-117) Questi era legato nella Germania Superiore, quando fu adottato, ma non accorse subito a Roma e attese prima a sistemare le difese alle frontiere. Si recò poi nell’Urbe senza alcun sfarzo. Soldato nell’anima, organizzò l’impresa contro i Daci (101-107) che avevano umiliato l’Impero con Domiziano; tra gli anni 114 e 117 iniziò la lotta […]

Teodosio

La definitiva divisione dell’Impero. Egli non lasciava eredi, per cui nel 364 succedette la dinastia Valentiniana, i cui sovrani furono impegnati in lotte continue contro usurpatori all’interno e contro gli invasori barbari. Dei due fratelli, Valentiniano morì nel 375; Valente morì affrontando in disperata battaglia i Visigoti (378). Teodosio I (378-395), generale di origine spagnola, […]

Le lotte sociali: i Gracchi e Gaio Mario

Il Senato romano era, fin dalla prima guerra punica l’unica magistratura che poteva governare l’Italia in un periodo in cui i consoli si trovavano spesso per ragioni di guerra fuori di Roma: esso era costituito difficilmente da homines novi, prevalentemente anzi da patrizi e plebei che avevano rivestito le magistrature dello Stato, sperimentati nelle questioni […]

L'ascesa di Pompeo

La situazione infatti si aggravò con la lotta del Senato contro Emilio Lepido, che aveva tentato di abbattere la costituzione sillana; contro di lui il Senato si giovò di Pompeo, giovane generale di Silla, al quale fu affidata anche la guerra di Spagna contro Sertorio, chiusa nell’anno 72 a. C. In quell’anno il Senato affidò […]

Il secondo triumvirato e il successo di Ottaviano

L’uccisione di Cesare non ebbe per risultato la restaurazione automatica delle antiche libertà repubblicane, né provocò quella insurrezione popolare che gli anticesariani avevano sperato, e il gruppo di congiurati si trovò isolato. Suprema autorità dello Stato, in quel momento, era il console Marco Antonio, amico di Cesare; con lui stava Marco Emilio Lepido, comandante della […]

Vespasiano e Tito

[P]Vespasiano (70-79) e Tito (79-81)[/P] Svetonio (Vite dei Cesari): Vespasiano Ebbe una corporatura tarchiata, con le membra robuste e solide, e il volto quasi contratto da uno sforzo. Godette di ottima salute, per quanto, per conservarla, si accontentasse come sola cura di massaggiarsi regolarmente la gola e il resto del corpo, nello sferisterio, e di […]

I re di Roma

La monarchia a Roma è antica quanto la città; ma la tradizione ricorda fra i re forse soltanto quelli che avevano avuto fama maggiore e ne fissò il numero a sette, dei quali ci ha tramandato i nomi e dei quali venne fissata la cronologia: Romolo (753-716 a. C.), Nuima Pompilio (715-672), Tullo Ostilio (672-640), […]

Le prime guerre esterne, il Foedus Cassianum

Tarquinio il Superbo abbandonato dagli Etruschi, secondo l’annalistica, si sarebbe rifugiato a Tuscolo presso un parente, Ottavio Mamilio, e sarebbe riuscito a suscitare contro Roma i Latini che male avevano sopportato l’egemonia romana. Otto città, ossia Tuscolo, Ariccia, Lanuvio, Laurento, Cora, Tivoli, Pomezia e Ardea, formarono insieme, contro Roma, una lega di carattere religioso, ma […]

I Galli a Roma e la riscossa romana

I Galli Senoni e Boi avevano varcato l’Appennino intorno all’anno 390 a. C. e posto l’assedio all’etrusca Chiusi e pare che avessero solo di mira di far preda, sperando in un ricco bottino. Essi spinsero le loro scorrerie anche contro Roma e presso il fiumicello Allia si scontrarono con l’esercito romano che fu distrutto; parte […]