Amittit merito proprium qui alienum adpetit. Ha quel che merita chi perde il proprio per arraffare l’altrui.