Cerignola, cena all’aperto in inverno: igloo di acciaio

Ci troviamo  a Cerignola,nella bellissima e amata regione Puglia, un ristorante giapponese, il ‘Sayuri’, rappresenta la prima attività di ristorazione ad aver adottato una nuova, e mai vista in Italia, forma di copertura: permette ai clienti di rimanere all’esterno del locale, anche di inverno e pure con le basse e gelide temperature. Si tratta di tre bolle trasparenti, delle specie di igloo, costruite in acciaio e pvc, riscaldate all’interno per affrontare i mesi più freddi e invernali.

Cerignola, cena all’aperto in inverno: iniziativa

Il titolare del ristorante, il 44enne pugliese Vincenzo Fiorino ha detto di aver visto diverse bolle trasparenti nella città di Copenaghen e così ha deciso di acquistarne tre dalla ditta tedesca che li produce e metterli nel suo ristorante. Il vantaggio è duplice: da un lato si consente alle persone più coraggiose e avventuriere che lo desiderano di restare fuori dal locale anche in inverno. Dall’altro, essendo gli igloo con solamente 8 posti a sedere, i clienti così restano all’interno del proprio nucleo famigliare o in un ristretto numero di amicizie: senza dover condividere spazi con altri vicini e quindi è utile anche a ridurre il rischio di contagio, visto il brutto periodo che stiamo ancora vivendo.

Cerignola, cena all’aperto in inverno: serve il green pass?

Ma essendo all’aperto e allo stesso tempo al chiuso, è necessario il green pass per accedervi? La risposta è sì, il titolare del ristorante ha deciso di chiedere l’esibizione del certificato verde per l’accesso all’igloo. Vogliamo ricordare che gli otto posti per ogni bolla permettono l’ingresso a solo piccoli gruppi omogenei di persone: in genere nuclei familiari o amici. Il che riduce significativamente il rischio di contagio dal Covid-19.

Leggi anche: