Danza del ventre: quale corso scegliere?

Sei in vacanza  e tra un tuffo in mare e un aperitivo hai voglia di iscriverti ad un corso di ballo? Oppure stai già pensando a quale attività svolgere a partire da settembre? In ogni caso, se vuoi fare qualcosa di diverso, ti consigliamo un corso di danza del ventre. Si tratta di una disciplina complicata e, per poter imparare bene, occorrono anni di lavoro ed esercizio. Noi ovviamente vogliamo solo divertirci, quindi ci va bene anche imparare qualche piccolo passo e sciogliere un po’ i fianchi! Inoltre, la danza del ventre dà benefici al corpo alleviando dolori articolari e migliorando postura e coordinazione. In questo articolo parleremo quindi di questa particolare danza: ecco le origini, quali sono gli stili e quale scegliere.

La danza del ventre classica

La danza del ventre, o danza orientale, è una tipologia di danza molto antica che risale all’antica Mesopotamia, dove attraverso questo ballo si adorava Ishtar, dea della Terra. Essa include influenze dell’antico Egitto e si è poi consolidata come danza tradizionale araba. Con danza del ventre infatti oggi intendiamo proprio la danza classica che si è sviluppata nelle corti principesche del Medioriente. I movimenti rotatori e sinuosi rimandano agli antichi culti di fertilità legati alla Dea Madre, quindi praticati dalle donne, in quanto esprime sensualità e femminilità.

Danza del ventre moderna e i diversi stili

Al tempo stesso, con danza del ventre indichiamo anche le diverse versioni che questa danza ha avuto fino ai giorni nostri, con tutte le contaminazioni avvenute attraverso il contatto con altri popoli. Tra i diversi stili ricordiamo:

Danza Sacra

E’ quella che veniva praticata in onore della babilonese Ishtar o l’egiziana Iside. I movimenti mimavano gli elementi della natura.

Danza Sharqi

Si tratta della danza classica egiziana, raffinata ed elegante, portata sul grande schermo negli anni ’50 dalle attrici egiziane.

Danza Sha’abi

Tipica delle campagne, veniva praticata durante feste o dalle Gawazee, zingare che usavano pantaloni larghi con in vita monetine.

Danza Saidi

E’ una danza del Nord Egitto in cui viene usato un bastone, chiamato assaya. C’è anche una forma maschile, chiamata tahtib.

Danza Baladi

Si tratta della danza dei centri urbani egiziani, caratterizzata da un alto livello espressivo.

Danza Khaleeji

E’ la danza del golfo persico e dell’Arabia Saudita in cui le donne devono coordinare i movimenti di testa, spalle e piedi.

Danza con il velo

Il velo viene introdotto con il Casino Badia ed è usato per rendere la ballerina più misteriosa e seducente.

I benefici della danza del ventre

Qualunque stile decidiate di scegliere, in ogni caso si tratta di una danza adatta al corpo femminile. Migliora infatti la flessibilità di tutto il corpo e modellano il fisico, tonificando cosce e rinforzando gli addominali. Inoltre, pare che questa disciplina ritardi l’osteoporosi, migliori la postura e rafforzi il pavimento pelvico.