Django” diventa una serie tv: liberamente ispirata al film italiano del 1966 diretto dal regista Sergio Corbucci, promette di tenere incollati allo schermo milioni di fans. La serie, prodotta da Sky Original, sarà composta da 10 puntate di 60 minuti ciascuna. Le prime saranno dirette da un nostro grande vanto, la regista Francesca Comencini, che ne curerà anche la direzione artistica. Le riprese sono appena iniziate dunque, per vederla, dovremo aspettare il 2022.

Leggi: Western, significato e traduzione

Django, il cast della serie

La serie, che rappresenta un ambizioso progetto nel quale si delinea un nuovo approccio al genere western, è ambientata a cavallo tra il 1860 e il 1870. Lo sfondo, come è ovvio dedurre, è quello del selvaggio West.

Protagonista sarà l’attore Matthias Schoenaerts, già conosciuto ed apprezzato nel panorama mondiale cinematografico per la sua partecipazione a film di successo come The Danish Girl e Red Sparrow. Lo affiancheranno Noomi Rapace e Nicholas Pinnock. La prima sarà Elizabeth, nemica di John Ellis, antagonista di Django. Il secondo sarà, invece, quest’ultimo. Sarah, la figlia di Django, sarà interpretata da Lisa Vicari.

La trama della serie

Django, pistolero nel selvaggio West, è alla ricerca della figlia Sarah, che ritiene sia sfuggita allo sterminio della sua famiglia avvenuto otto anni prima. Nel frattempo questa, diventata una donna, ha fondato insieme a John la città di New Babylon, luogo nel quale vivono e vengono accolti emarginati, uomini e donne di ogni estrazione, razza e credo.

Django la trova in procinto di sposare John. Temendo che il padre porti scompiglio nella sua città, Sarah cerca però di allontanarlo. Da parte sua, Django ritiene che New Babylon sia già in pericolo, e per timore di perdere per la seconda volta la figlia, rimane in città.

Leggi anche: