Federica Carta – Morositas (feat. Random): uscita

“Morositas” è il nuovo singolo di Federica Carta in collaborazione con Random, in radio e nei digital store da venerdì 18 settembre 2020. Si tratta di una canzone che trasforma una delusione per un rapporto finito in un pezzo ritmato che alterna sound anni Cinquanta al rap. Il brano è prodotto da Katoo (Francesco Catitti), con cui la Carta ha già collaborato in “Easy” e “Bullshit”.

Federica Carta - Morositas (feat. Random): testo e significato

Federica Carta – Morositas (feat. Random): significato

“Morositas” parla dell’amaro che una storia difficile lascia inesorabilmente in bocca e di quelle notti passate a mangiare caramelle, per cercare di addolcire la serata, ma che non aiutano fino in fondo a dimenticare cosa è successo. I ricordi infatti riaffriorano  comunque fino all’alba, visto che l’ultima Morosita sembra dare la spinta definitiva per reagire.

Federica Carta – Morositas (feat. Random): testo

Ecco il testo ufficiale di “Morositas” di Federica carta con Random:

Giuro, c’ho provato anch’io
c’ho provato anch’io
come l’ultima volta
quando dicevi resta
cosa faresti al posto mio
prima di parlare
prima della fine

Giuro, c’ho provato anch’io
fuori dal locale
cercando di cambiare
dimmi, a che serve uscire
fuori dalla porta
con te a bere vodka

Sei fatto così
vecchio orgoglio, stessa giacca
e no non puoi dire si
alla prima che ti cerca

Ricorda solo le cose belle
perché il peggio l’ho pagato tutto io
seduta di notte mangio caramelle
anche se avrei preferito stare a Rio
e son le quattro di domenica
e sfioro l’alba con le dita
finisce la notte
si prende le stelle
mentre mangio l’ultima Morosita

Giuro, non ci provo più il fumo
dentro ai miei occhi gira
dentro ai tuoi occhi vedi
come fuori è ancora buio
non ci crede nessuno
io chiudo gli occhi e volo
tu sai come sono
e siamo un’anima
leggera volerà
lontano libera
l’alba che mi solletica
il tuo viso col mio
ancora un altro addio

Ricorda solo le cose belle
perché il peggio l’ho pagato tutto io
seduta di notte mangio caramelle
anche se avrei preferito stare a Rio
e son le quattro di domenica
e sfioro l’alba con le dita
finisce la notte
si prende le stelle
mentre mangio l’ultima Morosita

Sei fatto così
mi dedichi sempre la stessa canzone
amore mi parli così
fino a che non ce la faccio più

Ricorda solo le cose belle
perché il peggio l’ho pagato tutto io
seduta di notte mangio caramelle
anche se avrei preferito stare a Rio
e son le quattro di domenica
e sfioro l’alba con le dita
finisce la notte
si prende le stelle
mentre mangio l’ultima Morosita