Parliamo oggi di fumetti cinesi.

Ancora pochissimo conosciuti in Italia, i manhua cinesi possono riservare delle sorprese gradevoli. Oggi ne citiamo qualcuno, tentando di entrare in questo mondo ancora per molti sconosciuto.

In Italia gli esordi del fumetto cinese risalgono alle pubblicazioni della Flashbook e della 001Edizioni per poi approdare anche ad altre case editrici. Tra i primi Real Soccer di Tsang Yuet Chuen, in 5 volumeti, completo: ovviamente per il debutto in Italia si è scelto un titolo non a caso, bensì a tema sportivo calcistico. Aggiungiamo Faye Faye, di Leung Wai Ho, una commedia sentimentale in due volumetti, che ci parla della vita amorosa di alcuni giovani tra i quali, appunto, la giovane Faye Faye che è alla ricerca del vero amore, instancabile e fiduciosa. Pubblicati tra i primi in Italia anche Il volo di Zhang Xiaoyu la cui trama si basa per lo più sulla banalissima ma per nulla scontata domanda “ci si deve uniformare al gruppo, quando invece sappiamo di essere diversi?”.

Le tematiche trattate non sono sempre leggere, accanto all’amore e allo sport ecco My Street di Nie Jun, in cui ci viene descritta la megalopoli: sporca, difficile da vivere, piena di gente malvagia e senza scrupoli.

Torniamo a qualcosa di più leggero e ad una piccola presa in giro di quella che è un po’ l’immagine del mondo orientale: spesso pensiamo infatti che tutti amino le arti marziali. Ahimè errore, e ce lo dimostra Alla Ricerca dello Spirito Celeste di Li Yao, parlandoci di un giovinetto per niente contento di essere figlio di un Maestro del Kung Fu. Non desidera seguire un rigido addestramento ma preferisce chattare su internet e guardare i reality.

Come possiamo dunque ben vedere le tematiche sono le più variegate: citiamo anche il modernissimo Dark Air di Park Min-seo, questa volta pubblicato in Italia dalla Star Comics, in cui si arriva ad una tematica attualmnte amatissima, ossia la magia. Non ci resta che tenere gli occhi ben puntati su tutte le novità che ci porteranno gli autori cinesi!