Oggi, 21 giugno 2021, in occasione della Giornata Internazionale dello yoga vogliamo svelarvi alcuni fatti interessanti sulla disciplina. Esistono difatti parecchie curiosità sullo yoga che non tutti conoscono e che vale la pena approfondire. Anche solo per sfatarne i falsi miti. Con il crescere della sua popolarità in Occidente, infatti, le idee sbagliate in proposito sono aumentate. Ma lungi dall’essere una moda, lo yoga resta una pratica dai mille benefici. Scopriamone di più.

Leggi: Yoga: cos’è e quali sono gli esercizi

Giornata internazionale dello yoga, tutte le curiosità sulla disciplina

Le più interessanti curiosità sullo yoga

  • In sanscrito, la parola ‘Yoga’ significa unione.
  • Lo yoga ha più di 5000 anni ed è una delle più antiche discipline fisiche conosciute al mondo.
  • Nonostante oggi, in Occidente, lo Yoga sia in gran parte praticato dalle donne, fino al 1937 era una pratica esclusivamente maschile dalla quale il gentil sesso era escluso.
  • Lo yoga non è una pratica religiosa, è piuttosto una scienza così come è stato definito da Amit Ray.
  • Insegnare yoga sta diventando una scelta di carriera sempre più popolare.
  • Sono circa 300 milioni di persone, oggi, a praticare lo Yoga in tutto il mondo.
  • Il primo tappetino da yoga è stato creato nel 1982 da Angela Farmer che ha scovato un sottotappeto bianco nella cantina di un grande negozio e, acquistandone un pezzo, lo ha utilizzato per non scivolare durante la pratica.
  • Diverse sono le ricerche e gli studi in merito. Tra quelle che gli attribuiscono dei benefici, una sostiene che lo yoga, insieme alla meditazione, può aiutare a ritardare l’invecchiamento. Un’altra, invece, che rafforza il sistema immunitario.
  • Lo yoga ha 84 asana o pose di base: le più conosciute sono: La posizione del loto, Cane a testa in giù, la posizione del cobra o Bhujangasana, Salamba Sarvangasana, Trikonasana o posizione del triangolo, Balasana o posizione del bambino, piegamento in avanti in piedi o Uttanasana.
  • Esistono oltre 100 diversi stili di Yoga: tutte le posizioni (che si chiamano asana) erano originariamente praticate al fine di consentire a chi lo praticasse, di potersi sedersi a gambe incrociate sul pavimento e meditare per ore senza sentire fastidi al corpo.
  • Praticare yoga sul posto di lavoro può aiutare a migliorare la produttività.
  • Lo yoga è in grado di fare lavorare ogni muscolo del corpo.
  • La svastica era originariamente un simbolo yoga. Derivava infatti dalla parola sanscrita svastika che significa “buona fortuna” o “benessere”.

Leggi anche: