Halloween: le origini

Il 31 Ottobre ormai si sta avvicinando. Halloween è una delle feste più attese, soprattutto dai bambini che adorano travestirsi da creature spaventose e cattive, far paura alla gente e ricevere anche tanti dolcetti. Ma sapete veramente il significato della festa? Oggi vi raccontiamo la storia e le origini di questa ricorrenza. La parola Halloween, deriva dalla frase anglosassone “All Hallows Eve” che significa “Ognissanti”. Le popolazioni di religione cattolica, ringraziavano, tutti i giorni, gli spiriti per i raccolti ottenuti durante la fase di agricoltura. I colori di Halloween, infatti, riprendono proprio la mietitura colorata di arancione e la fine dell’estate interpretata dal colore nero in modo tale da rappresentare il buio, cupo, freddo arrivo dell’inverno.

Halloween: cosa succede durante la notte

Abbiamo visto le origini della storia e il significato della parola Halloween, ma cosa succede la notte del 31 Ottobre? La notte di Halloween è di origine irlandese e risale al periodo della popolazione dei Celti. E’ una festa pagana di Samhain che era una delle quattro feste gaeliche precristiane. Ma andiamo subito a vedere quello che accade. Si narra che durante la notte del 31 Ottobre tutte le anime dei morti, ritornavano sulla terra insieme a demoni, streghe e fantasmi. Durante i secoli del Medioevo era abitudine usare maschere e fare dei riti contro queste creature.

Halloween: dolcetto o scherzetto

Possiamo dire che la frase che più rappresenta la festa di Halloween e che sentiamo sempre dire è “Trick or Treat” ovvero “Dolcetto o Scherzetto”. Ma in che cosa consiste questo “Dolcetto o Scherzetto”? La sera del 31 Ottobre, tutti i bambini si travestono e vanno a bussare di porta in porta, andando a chiedere ai loro vicini e non, dolcetti o soldini da mettere nel proprio cesto da portare poi a casa, intimorendo però la gente di fargli uno scherzetto nel caso non ricevano dolci.