Tre racconti di viaggi avventurosi occupano il podio della classifica, stilata grazie ai giudizi degli utenti del social network Goodreads, dei libri più belli del Settecento: I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift, il Candido di Voltaire e Robinson Crusoe di Daniel Defoe non sono solamente romanzi d’avventura, ma racconti contraddistinti da un forte sottotesto morale.

È interessante rilevare la presenza di molti scritti che riflettono sulla politica e sulle sue regole, sia direttamente che indirettamente, attraverso le metafore.

Per trovare un italiano bisogna scendere fino alla sessantesima posizione occupata da La Nuova Scienza di Giambattista Vico.