Pasqua 2019: quand’è e come si calcola la data

Abbiamo ben stampato in mente il calendario delle prossime settimane di scuola e soprattutto sappiamo già che le prossime che ci aspettano solo le vacanze di Pasqua. Pasqua 2019 sarà il 21 aprile, per cui si andrà in vacanza dal 29 marzo al 3 aprile. Sono solo 6 giorni, pochi ma indispensabili per ricaricare le batterie e affrontare con determinazione gli ultimi mesi di scuola. Come ben sapete, ogni anno la data della domenica di Pasqua cambia. Sapete perché e come si calcola? Se siete curiosi e volete sapere come si arriva a stabilire il giorno della Santa Pasqua ecco un breve excursus storico e alcuni chiarimenti in merito al calcolo che occorre effettuare. Continua a leggere!

Perché la data della Pasqua cambia ogni anno?

La domenica di Pasqua viene ogni anno celebrata in ogni differenti, in ogni caso sempre dopo la prima luna piena di primavera, dunque tra il 22 marzo e il 25 aprile. Ciò è dovuto al fatto che la Pasqua cristiana trae origine da quella ebrea, che appunto seguiva il ciclo lunare. Fu durante il Concilio di Nicea del 325 che si stabilì di celebrare la Passione di Cristo e, sulla base di un passo di San Paolo, si decise che la celebrazione dovesse avvenire subito dopo il primo plenilunio di primavera. Da qui poi si stabilì la data del mercoledì delle ceneri (47 giorni prima di Pasqua) e della Pentecoste (50 giorni dopo).

Data della Pasqua: come calcolarla

Per calcolare la Pasqua quindi occorre tenere in considerazione l’equinozio di primavera e le fasi lunari. Ecco come fare:

  • L’equinozio di primavera avviene tra il 20 e il 21 marzo, ma nel calcolo della Chiesa si considera sempre il 21 marzo.
  • Partendo dal 21 marzo si cerca quindi il primo giorno di luna piena.
  • La prima domenica seguente al primo plenilunio di primavera sarà la domenica di Pasqua.

Leggi anche: Dove andare a Pasqua 2019?

Pasqua alta o bassa: significato dell’espressione

Capita spesso di sentir pronunciare le espressioni Pasqua alta o Pasqua bassa, in base alla data e al periodo in cui essa cade. Ricordiamo che la domenica di Pasqua può cadere dal 22 marzo al 25 aprile, per cui avremo:

  • Pasqua bassa: dal 22 marzo al 2 aprile (in anticipo)
  • Pasqua media: dal 3 aprile al 13 aprile
  • Pasqua alta: dal 14 aprile al 25 aprile (in ritardo)

Pasqua ortodossa: le differenze con quella cattolica

Quando cade la Pasqua ortodossa? Il calcolo è lo stesso di quello cattolico, in quanto anche gli ortodossi tengono in considerazione le fasi lunari. Perché allora le date sono spesso diverse? Il motivo è legato al fatto che gli ortodossi utilizzano, riguardo alle festività religiose, il calendario giuliano e non quello gregoriano. Per questo quindi la Pasqua ortodossa, sebbene nello stesso arco di tempo, cade molto spesso in data diversa da quella cattolica. Quest’anno c’è una settimana di differenza: la Pasqua ortodossa di celebrerà l’8 aprile.

Non perderti: