Il Savoy ballroom è il protagonista del doodle di oggi, 26 maggio. Google ha deciso di celebrare il ballo swing e il Savoy Ballroom, un’iconica sala da ballo dell’era swing che ebbe grande fortuna tra gli anni ’20 e ’50 nel quartiere di Harlem a New York. Perché Google ha scelto proprio questa data per omaggiare il locale? Perché lo stesso giorno del 2002, due membri dei Whitey’s Lindy Hoppers svelarono una targa commemorativa presso quello che, anticamente, era il suo ingresso.

Leggi: Il pregiudizio razziale

Cos’è il Savoy ballroom

Il Savoy Ballroom, che fu inaugurato il 12 marzo del 1926, è passato alla storia per il suo grande impatto. Fu un grandissimo locale caratterizzato da lusso e originalità: due scale di marmo conducevano i clienti al secondo piano, con una pista da ballo di circa 930 mq in mogano e acero lunga un isolato (non vi erano locali simili, all’epoca).

Inoltre, data la posizione nel quartiere di Harlem (tra la 140esima e la 141esima strada sulla Lenox Avenue) il Savoy fu uno dei primi spazi pubblici integrati razzialmente, uno dei primi locali con libero accesso alle persone di colore presso il quale non fu mai attuata alcuna politica di discriminazione. La sala divenne ben presto uno dei club più rinomati dell’era swing. Non solo: fu proprio qui che nacquero molti balli appartenenti al genere. I suoi palchi ospitarono musica dal vivo dei musicisti jazz più acclamati al mondo, tra i quali anche Ella Fitzgerald. La sala fu demolita nel 1958, portando con sé un pezzo della storia culturale di Harlem.

Il doodle dedicato al Savoy

Il doodle che Google dedica oggi al Savoy è un gioco interattivo che offre la possibilità di scegliere un partner e ballare swing presso il locale. Tramite i tasti della tastiera o dello smartphone, è possibile optare tra quattro brani diversi, con classici dell’era swing ed una versione di Careless Whisper. Buon divertimento!

Leggi anche: