Strappare lungo i bordi: cosa sapere

Strappare lungo i bordi è già la serie di Netflix più vista in Italia: ha anche superato la famosissima serie coreana Squid Game. E’ una serie animata del 2021 scritta e diretta da Zerocalcare. La serie è uscita sulla piattaforma Netflix il 17 Novembre 2021 ed è composta da sei episodi di durata compresa tra i sedici e i ventidue minuti ciascuno. In tutti e 6 episodi della serie, Zerocalcare dà voce a tutti i personaggi tranne all’Armadillo, doppiato da Valerio Mastandrea e alcuni dei personaggi dell’ultimo episodio.

Strappare lungo i bordi: 5 curiosità

Ma adesso vediamo insieme le 5 curiosità sulla nuova serie di Zerocalcare “Strappare lungo i bordi”:

  • L’immagine che fa da sfondo allo smartphone di Zerocalcare è una vignetta di Maicol & Mirco, autore degli Scarabocchi. La vignetta in questione esclama: «Chi è felice è complice». Maicol & Mirco ha poi pubblicato l’immagine in versione salvaschermo.
  • In una scena della prima puntata si intravede Cinghiale, l’amico di Zerocalcare con il chiodo fisso del sesso, tanto da ricondurre ogni consiglio di vita alla massima «devi scopà». Nei fumetti Cinghiale evolverà negli anni in maniera inaspettata, finendo col mettere su famiglia.
  • Il fumetto per bambini che Zerocalcare disegna per Alice, Il principe degli sgambetti, è un libro illustrato in forma di parodia che l’autore ha davvero scritto e disegnato da giovane.
  • Alla commemorazione di Alice, tra la folla compare un ragazzo con una maglietta con la lettera K e una maschera da Panda. Si tratta di Giacomo Bevilacqua, amico di Zerocalcare e autore della serie A Panda piace… che su internet utilizza il nickname Keison22
  •  “La scelta è ricaduta su Biella in maniera quasi casuale. Nel senso che avevo sentito dei biellesi che ne parlavano come la città in cui ‘si muore dentro’, ma erano chiacchiere da bar” la motivazione di Zerocalcare sukka scelta della città piemontese.

Strappare lungo i bordi: la trama

Ma qual è la trama della serie? La serie parla di un un viaggio che Zerocalcare e i suoi due amici di sempre, Sarah e Secco, devono affrontare. Nel corso degli episodi si susseguono racconti e flashback della vita del protagonista, passando dagli anni delle scuole medie, a quelli del liceo, fino a tornare al presente. Il tutto viene raccontato con sarcasmo ed ironia, caratteristiche tipiche del protagonista. Durante il viaggio Zerocalcare cerca in tutti i modi di distrarsi da quello che la sua coscienza, un armadillo di colore arancione, vuole ricordargli ovvero il motivo per cui i tre amici si stanno dirigendo in treno verso la città di Biella.

Leggi anche: