Wrongonyou presenta “Lezioni di volo” a Sanremo 2021

Wrongonyou sarà uno dei protagonisti della 71esima edizione del Festival di Sanremo nella categoria “Nuove proposte” con il brano “Lezioni di volo“. Il brano, scritto e prodotto con Adel Al Kassem e Riccardo Scirè, nasce in seguito ad un periodo di profonda crescita personale e artistica che l’artista ha maturato durante i mesi del primo lockdown, mesi che Marco Zitelli (questo il vero nome del cantautore) ha dedicato al dialogo con se stesso. La conseguenza ovvia è stata esprimere attraverso musica e testi questa sua nuova fase di maturità e libertà, convogliati in una canzone coinvolgente e contemporanea, che rafforza ancora di più l’identità di Wrongonyou, unica nel panorama italiano, capace di unire la melodia italiana con le atmosfere folk, ormai un vero e proprio marchio di fabbrica del cantante.

Wrongonyou presenta "Lezioni di volo": la conferenza stampa

Wrongonyou presenta “Lezioni di volo”: la conferenza stampa

È un punto di partenza, non un punto di arrivo. Siamo già pronti per il dopo Sanremo, ci sarà un album che ho scritto tutto in quarantena. In quel periodo mi aspettavo molta chiusura in me stesso, invece sono riuscito a vivere la musica come arma di sfogo per stare meglio. C’è molta Roma di questo disco, anche perché è stato scritto mentre mi trovavo a casa a Grottaferrata. È un disco sincero. C’è molto me musicista, ma anche molto me Marco”, ha dichiarato l’artista nel corso della conferenza stampa virtuale di presentazione che si è svolta venerdì 19 febbraio 2021 su Zoom.

Leggi anche:

Sono io” è il titolo dell’album che uscirà il 12 marzo: nel disco è presente anche la cover di un classico sanremese come “Luce ( Tramonti a Nord Est)” di Elisa, cantata nella tonalità originale (sfida non indifferente per una voce maschile), che uscirà nella settimana antecedente alla manifestazione canora di mamma Rai: “Volevo fare un omaggio sanremese per farmi anche conoscere da quel pubblico che mi conoscerà poi. Ho voluto cercare una sorta di punto di comune, oltre a fare un vero e proprio omaggio a questo brano. Si tratta di una canzone in italiano in cui si riesce ad infilare la natura, tema che fa parte dei miei primi lavori in inglese”.

PH. Ilaria Ieie