La passione per i viaggi rappresenta, nel curriculum, un valore aggiunto. Se pensi che un buco temporale nel tuo curriculum possa farti perdere dei punti agli occhi del tuo reclutatore – molti datori di lavoro non vedono di buon occhio eventuali lacune non spiegate – sappi che sarebbe bene introdurre la tua esperienza di viaggio anche qui.

Utilizzare i viaggi che si è fatti, è un’ottima mossa per migliorare il curriculum, sia che si tratti di un’attività che svolgi abitualmente per motivi lavorativi, sia che si tratti di un anno sabbatico. A seconda del tipo di viaggio che hai fatto e della professione che stai cercando, sappi che introdurlo nel tuo curriculum potrebbe conferirgli quella spinta che manca per farlo emergere tra tutti gli altri.

I consigli per inserire i viaggi nel curriculum

  • Cerca di inserire solo esperienze di viaggio significative evitando di elencare quelle che sono prive di valore professionale. (Sì all’anno trascorso a Londra, ad esempio, no alle vacanze estive in Sardegna, per intenderci).
  • Inserisci le competenze o le abilità speciali che hai acquisito durante il viaggio, come ad esempio il fatto di aver imparato una nuova lingua, importantissimo, questo, in un qualunque curriculum.
  • Se il viaggio che hai fatto ti ha fatto scoprire una passione per il settore per il quale ti stai proponendo, è proprio il caso di specificarlo.
  • Inserisci l’eventuale anno di studio all’Estero che hai fatto: testimonierà indirettamente la tua capacità di adattamento, la tua sicurezza in te stesso e la tua apertura a nuove esperienze.

Dove inserire i viaggi nel curriculum

Questo dipende dal tipo di viaggio e dalla motivazione che ne sta alla base. Se durante il viaggio hai lavorato, allora questo dovrebbe essere inserito nella sezione relativa alle esperienze lavorative. Non importa che si sia trattato di un lavoro non retribuito o di volontariato se è risultato rilevante per la tua candidatura per una determinata posizione.

In ogni caso, parlare di sé nel curriculum è fondamentale: se ami viaggiare scrivilo nell’introduzione e inserisci le eventuali esperienze all’estero che hai fatto direttamente nella sezione esperienza e/o educazione, in quanto si tratta di informazioni determinanti qualora tu ti stia candidando per un lavoro all’estero o in una multinazionale.

Leggi anche: