Concorso STEM: i criteri di valutazione

Superata la prova scritta, quella più difficile, ai candidati iscritti al concorso Stem resta da affrontare la prova orale e, per le classi che la prevedono, anche una prova pratica. Vi sono dei criteri di valutazione specifici che oggi andremo a vedere nel dettaglio, soffermandoci su quelli che riguardano la prova orale e quelli che si riferiscono alla prova pratica. Prima di sostenere le prove è importante essere consapevoli di cosa vi aspetta.

Non perdere: Concorso straordinario 2020, fissata la data ufficiale

Concorso STEM: criteri di valutazione della prova orale

La griglia di valutazione prevede

  • Progettazione didattica efficace anche con riferimento alle TIC, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti da 0 a 40
  • Padronanza dei contenuti disciplinari in relazione alle competenze metodologiche da 0 a 30
  • Qualità dell’esposizione e correttezza linguistica e terminologica nell’interlocuzione con la commissione da 0 a 20
  • Interazione orale: comprensione e produzione in lingua inglese su argomenti di ordine generale, accademico e professionale con riferimento almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento da 0 a 10

Concorso STEM: criteri di valutazione della prova pratica

La griglia di valutazione prevede

  • Competenza progettuale e padronanza dei contenuti. da 0 a 20
  • Uso di metodologie, strumenti e tecniche da 0 a 40
  • Analisi e rappresentazione dei risultati da 0 a 20
  • Argomentazione, documentazione e uso del linguaggio di settore da 0 a 20

Non perderti: