Consulente sicurezza sul lavoro: cosa fa

Il consulente della sicurezza sul lavoro è un professionista (dipendente o libero) che si occupa di consigliare e formare in ambito di salute e sicurezza sul posto di lavoro; un esempio? Prevenzione degli incendi, sicurezza in cantiere, autotrasporto di merci pericolose, ecc… ma come si diventa effettivamente  consulente della sicurezza sul lavoro? Quali studi bisogna fare? Quanto si guadagna? In questo articolo risponderemo a queste e tante altre domande per cercare di capire se questa è la professione più adatta a voi. Siete pronti? Non vi resta che continuare a leggere, scorrendo oltre la foto, per saperne di più e riuscire a capire se il mestiere di consulente di sicurezza sul lavoro fa davvero per voi oppure no!

Consulente sicurezza sul lavoro: cosa fa, requisiti, stipendio

Consulente sicurezza sul lavoro: requisiti

Non esiste un vero e proprio percorso di studi ma, dato il tipo di lavoro che andrà ad intraprendere solitamente sono consigliate le lauree in giurisprudenza e ingegneria; a cui andrà affiancato un master specifico per l’indirizzo interessato e/o un tirocinio per imparare sul campo. Verrà considerato requisito indispensabile l’iscrizione al registro professionale AIFOS (associazione italiana formatori ed operatori sulla sicurezza del lavoro). L’AIFOS è il soggetto formatore ope legis nella gestione e organizzazione di corsi professionali per la sicurezza sul lavoro. Il consulente poi può essere pagato da un’azienda e lavorare come dipendente o come libero professionista purché sia iscritto all’albo. L’Esame di Stato necessario per l’iscrizione è molto difficile ma siamo certi che se studierete sui testi appositi e vi impegnerete davvero non avrete problemi a realizzare il vostro sogno di diventare consulenti della sicurezza sul lavoro.

Consulente sicurezza sul lavoro: stipendio

Gli stipendi per questa posizione partono da 13 000 € e per professionisti con esperienza arrivano fino a 26 000 €. Questi risultati sono basati su 10 stipendi estratti dalle descrizioni degli annunci di lavoro, quindi danno solo un’idea di massima.