Content Creator: chi è e di cosa si occupa

Negli ultimi anni quello del lavoro digitale è un mercato in fortissima espansione in quanto il web attualmente è parte integrante di ogni azienda. Insieme al Web Designer, il Content Creator è la figura professionale più richiesta occupandosi di tutti i contenuti web inerenti al prodotto o al brand di un’azienda. Tale figura si inserisce a metà strada tra l’ambito tecnico e quello umanistico: è colui che si occupa della progettazione dei contenuti di un sito web tenendo in considerazione un target preciso di riferimento. Il professionista deve innanzitutto saper pianificare una content strategy per realizzare contenuti che riescano ad ottimizzare ed ampliare l’offerta dell’azienda. In secondo luogo, il Content Creator deve essere esperto anche nell’utilizzo degli strumenti tecnici più idonei per posizionare i contenuti online nel modo migliore ed attirare l’attenzione di maggiori clienti possibili.

Leggi anche:

Content Creator: la formazione e i requisiti

Per diventare un Content Creator è consigliabile essere in possesso di una Laurea umanistica o tecnica inerente al web e al marketing. Ovviamente il professionista dovrà avere ottime capacità di scrittura e di analisi del testo, oltre a conoscere perfettamente le dinamiche del web. Anche se non si occupa dell’aspetto della programmazione e della realizzazione grafica del sito, il Content Creator dovrà possedere anche alcuni requisiti tecnici per quanto riguarda le basi della SEO (Search Engine Optimization) e i principali CMS (Content Management System) tra cui WordPress in primis.

Content Creator: quali aziende lo ricercano e quanto guadagna

In generale tutte le aziende, indipendentemente dalle dimensioni e dal settore, attualmente sfruttano il web quindi hanno bisogno di un Content Creator che crei contenuti adatti al prodotto o al brand specifico. In media lo stipendio mensile si aggira intorno ai 1.000/1.500 euro per un lavoro come Assistant, fino ai 40-45.000 euro l’anno di uno specialista.