Settembre è il mese migliore per trovare lavoro? Probabilmente sì, in quanto immediatamente successivo alle ferie estive. Coincide con il ritorno a scuola ed in ufficio, con una sorta di (ri)apertura – non solo di natura materiale, ma anche psicologica – verso nuove opportunità. Non solo: è stato dimostrato come proprio durante settembre si verifichi un aumento delle assunzioni del più del 10% (in particolare di quelle a lungo periodo).

Il periodo migliore per trovare lavoro?

Ovviamente bisogna fare una doverosa precisazione: durante l’estate ed il periodo natalizio, prevalgono i contratti a termine e quelli stagionali. In via generale, per capire quando assumono le aziende, bisogna tenere in conto diversi fattori, ad esempio la natura dell’attività. In sostanza: se agisce nel settore del turismo – magari si tratta di hotel o ristoranti siti nelle località balneari o, al contrario, sciistiche – bisognerà muoversi per tempo, ovvero nei mesi immediatamente precedenti a luglio/agosto e novembre/dicembre. Sono parecchie le aziende che hanno bisogno di ampliare il proprio organico proprio durante le festività natalizie: pensiamo ai supermercati, ai negozi di giocattoli, alle profumerie e così via. Svolgendo al meglio le proprie mansioni non è detto che il titolare non decida di trasformare il contratto di lavoro da tempo determinato a indeterminato.

Leggi: Contratto a tempo determinato: come funziona e rinnovo

Qual è il mese peggiore per cercare lavoro?

Non ci vuole poi molto per individuare il mese peggiore per cercare lavoro che, in Italia, si traduce in agosto. Già, perchè è il mese nel quale il nostro Paese subisce un arresto, quello dovuto alle ferie estive e che coincide con la temporaneaa chiusura al pubblico di numerosi uffici. Anche le aziende si fermano e, unitamente a questo, si verifica una sostanziale diminuizione dei recruiter, anche loro vanno in vacanza. Insieme ad agosto, tuttavia, anche luglio non è di certo il momento migliore per mettersi alla ricerca di un’occupazione.

Leggi anche: