Coronavirus: tutto sulla pandemia

L’epidemia di Covid-19 ha cambiato radicalmente il modo di vivere non solo degli italiani, ma di tutta la popolazione mondiale: come avete potuto constatare da qualche mese a questa parte, il Coronavirus ci ha costretti a stare chiusi in casa per settimane, a studiare con la Didattica a Distanza e a lavorare attraverso Smart working. Piano piano stiamo tutti tornando alla normalità, ma sappiamo bene che il virus è ancora in circolazione e si teme una nuova ondata di contagi per il prossimo autunno. Questo però non deve affatto scoraggiarci: possiamo tornare a svolgere tutte le attività che ci piacciono, ma rispettando le regole e le norme di sicurezza, così da evitare di ritornare alla situazione terribile dei mesi scorsi.

Bene, in questo speciale abbiamo raccolto tutte le informazioni che vi servono sul Coronavirus, dalle regole sui viaggi alla scuola, passando per smart working e news sulla situazione del nostro paese.

Non perdere:

Covid-19: la situazione in Italia

La situazione in Italia è decisamente migliorata rispetto alle settimane passate: sono diverse le regioni che negli ultimi giorni non hanno registrato nuovi casi, mentre in Lombardia i numeri restano ancora abbastanza alti, nonostante non siano quelli delle settimane passate. Si sta tornando a poco a poco alla normalità, ma non bisogna abbassare la guardia e occorre rispettare in toto le regole anti Covid-19.

Didattica a Distanza o no? Cosa succederà da settembre

Studenti e professori hanno terminato con grande fatica questo anno scolastico di Didattica a Distanza. Il dibattito sul rientro in classe è ancora acceso, ma il Governo ha comunque divulgato le linee guida del Piano Scuola 2020-21: le attività scolastiche riprenderanno in presenza, ma occorrerà rispettare le indicazioni fornite dal Comitato Tecnico Scientifico. Le scuole dovranno organizzare le attività didattiche suddividendo le classi in sottogruppi, proponendo turni differenziati in base alle fasce d’età, riducendo il monte ore e utilizzando la DAD per integrare la didattica in presenza.

Scopri anche:

Smart working: dritte e info

L’epidemia di coronavirus ha costretto milioni di italiani a lavorare da casa in modalità smart working. Sono diversi i professionisti che attraverso PC, tablet e smartphone svolgono il proprio dovere tra le mura domestiche in completa sicurezza, senza correre il rischio di incrementare i contagi da Covid-19.

Leggi:

Test d’ingresso Università: come si svolgeranno

Salvo imprevisti, i test d’ingresso 2020 si svolgeranno, ma ovviamente bisognerà rispettare le norme di sicurezza. Innanzitutto, il Ministero ha deciso che quest’anno i test per le facoltà ad accesso programmato nazionale dovranno essere svolti non nella sede presso cui il candidato ha fatto domanda, bensì in quella a lui più vicina. Ciò è stato deciso al fine di evitare troppi spostamenti interregionali. Per quanto riguarda invece le altre norme di sicurezza, al momento tutto tace: probabilmente avremo notizie precise nelle prossime settimane.

Scopri anche:

Viaggiare ai tempi del Coronavirus

Anche se bisogna stare ancora attenti, finalmente il governo ha dato il via libera agli spostamenti in tutto il territorio nazionale e all’estero. Si potrà quindi viaggiare e visitare posti nuovi, andare al mare o in montagna, fare un giro in una delle tante meravigliose città d’arte italiane e straniere. Ricordate però che la pandemia non è stata ancora debellata definitivamente, per cui utilizzate la mascherina nei luoghi chiusi, lavate sempre le mani ed evitate il più possibile gli assembramenti.

Potrebbero interessarti: