Approfondimenti e tematiche principali sul Terrorismo Islamico

Attualmente si sente sempre più spesso parlare di terrorismo: il mondo sembra pervaso da una ondata di violenza inaudita nel nome di una cieca fede religiosa e per questo, atti, attentati, minacce prendono il nome di terrorismo islamico. Negli ultimi anni gli attacchi terroristici da parte dell’Isis sembrano non dar tregua al mondo occidentale: l’ultimo attentato è accaduto proprio la sera dell’11 dicembre a Strasburgo. L’attentatore 29enne, Cherif, è in fuga e Francia e Germania si stanno mobilitando per riuscire a prenderlo. Al grido di Allah Akbar, l’uomo ha sparato nel mercatino di Natale a Strasburgo, ferendo 16 persone e uccidendone 3.

Cerchiamo adesso di capirci qualcosa in più: qui troverete tutte le informazioni sulla storia, le cause e l’evoluzione del terrorismo islamico. Se vi serve per la scuola, vi forniremo anche una ricca varietà di Temi Svolti.

Terrorismo islamico: cause, origini e storia

Il terrorismo islamico si basa su un sacrificio, un suicidio in nome della fede che è praticato da diversi gruppi di fondamentalisti musulmani e ha preso piede soprattutto dopo il secondo dopoguerra, attraverso una serie di attentati, anche suicidi, dirottamenti aerei ecc… Per capire i motivi di questa furia omicida dobbiamo fare un passo indietro. Secondo l’ideologia che scaturisce dalla religione islamica, le azioni intraprese da questi gruppi terroristici, mirano a ricostruire una società perfetta, modellata secondo i dettami del Corano, senza diferenze e ingiustizie sociali ed economiche. Il nostro stile di vita è evidentemente in contrasto con questa utopia e per questo motivo gli atti terroristici sono rivolti nei paesi e Stati in cui, secondo le loro credenze, la popolazione e le istituzioni sarebbero servi del Cristianesimo e dell’Ebraismo ostili a questa ideologia pura

L’Organizzazione dei Fratelli Musulmani e il Terrorismo Moderno

Il primo movimento che usò metodi terroristici per realizzare lo stile di vita puro e ortodosso dei salaf al-ṣaliḥīn, “i pii antenati”  fu quello dei Fratelli Musulmani, un movimento fondato in Egitto nel 1928 a opera di Hasan al-Banna. Da questo momento in poi nasce il termine di terrorismo islamista moderno.

Organizzazione della Jihad

All’origine del terrorismo islamico moderno ci sono chiari precetti morali, veri e propri obblighi che ogni musulmano deve perseguire al fine di riuscire a ripristinare una società ideale. A stabilirli fu ʿAbd Allāh al-ʿAzzām, un predicatore che scrisse diversi sermoni che imponevano l’obbligo morale di terrorizzare, attraverso una lotta armata sanguinosa, per evangelizzare. In una della sue prediche più conosciute, al-ʿAzzām chiama alla difesa della terra dei musulmani e dice a chiare lettere che “il jihad resterà un obbligo personale finché ogni altra terra appartenuta ai musulmani non sarà restituita così che l’Islam torni a regnare”. Nei suoi testi, infine, il martirio viene posto come un atto purificatorio e come mezzo per ottenere laute ricompense nell’aldilà, tra tutte, per esempio, “l’assoluzione da tutti i peccati, settantadue bellissime vergini, e il permesso di portare con sé settanta membri della propria famiglia” .

Organizzazioni Terroristiche principali

Il termine terrorismo islamico è sulla bocca di tutti a causa delle terribili vicende degli ultimi anni ma non ha ancora trovato una definizione univoca ed accettabile e spesso rischia di far confluire in un unico concetto fenomeni eterogenei e diversissimi. Ecco qualche elemento per capirne di più. Secondo l’Unione Europea, le organizzazioni terroristiche sono quei gruppi  controllati direttamente o indirettamente da persone che commettono o tentano di commettere atti terroristici, che vi partecipano o ne facilitano l’esecuzione. È lunghissima la lista delle organizzazione terroristiche attive attualmente in tutto il mondo: attualmente il gruppo terroristico più pericoloso è quello estremista sunnita che ha istituito tra Siria e Iraq il Califfato Islamico e che ha rivendicato gli ultimi terribili attentati nelle diverse capitali europee. Impossibile non citare anche l’organizzazione terroristica al Qaeda, responsabile dell’attacco alle Torri Gemelle a New York.