100 giorni maturità 2020 e la chiusura delle scuole: cosa fare

In questi ultimi giorni siamo tutti perplessi, e allo stesso tempo spaventati, a causa di quello che sta accadendo a causa della diffusione del coronavirus in Italia. E’ stato deciso di tenere chiuse le scuole di tutta Italia, per il momento fino al 15 marzo. La prossima settimana, per l’esattezza lunedì 9 marzo, scatterebbero i cento giorni dalla maturità; cosa fare se l’emergenza continua? Non possiamo fare pronostici in quanto la situazione potrebbe ancora cambiare, non sappiamo quali altri provvedimenti verranno presi; quello che possiamo fare, però, è attenerci alle norme di sicurezza consigliate dal ministro e rimanere calmi.

Leggi anche: Coronavirus, scuole chiuse in tutta Italia: date e news

100 giorni maturità 2020: cosa fare se l’emergenza continua

L’Italia, in questo periodo, sta vivendo dei giorni molto delicati a causa del coronavirus. Il presidente Conte, dopo le dovute consultazioni con gli altri ministri, ha deciso di chiudere le scuole in tutta Italia, per il momento, fino al 15 marzo. La situazione potrebbe ancora cambiare per cui non si possono fare pronostici o programmi di alcun genere. La cosa certa è che chi ne pagherebbe maggiormente le conseguenze sono i ragazzi che quest’anno devono sostenere gli esami di maturità, i quali dovrebbero godersi il momento e pensare ad organizzare il pranzo o la cena dei 100 giorni. Il consiglio che vi diamo è che, se avete già organizzato tutto, fate quello che vi senite di fare e se andate nei locali chiusi rispettate le norme di sicurezza consigliate dai ministri. E’ bene essere prudenti, non farsi prendere dal panico e continuare con le proprie vite, solo con un po’ di riguardo in più.

Non perderti: Didattica a distanza: pro e contro dell’emergenza coronavirus

100 giorni maturità 2020: cosa fare

Gli esami di maturità si fanno una volta sola, la cena o il pranzo dei cento giorni, anche. Cosa fare in questa situazione di emergenza? Se non vivete in zone rosse, ovvero quello in cui il virus è maggiormente diffuso, potete organizzare il pranzo o la cena da condividere con i vostri compagni e con i vostri prof evitando luoghi troppo affollati, stando a debita distanza gli uni dagli altri, starnutire e tossire con la mano davanti la bocca e lavare spesso le mani.

Potrebbe interessarti: Chiusura scuole coronavirus: 6 politico o lezioni a distanza?