Il nostro vocabolario è ricchissimo, comprende ben 47mila lessemi. Tra questi c’è il termine aberrazione. Cosa significa? Approfondiamo.

Significato del termine aberrazione

Dal latino aberratio-onis, derivato di aberrare, il significato del termine aberrazione indica una deviazione della norma, un’irregolarità. Può riferirsi anche ad un’alterazione di un fenomeno psichico o fisico. Viene usato soprattutto nella forma aggettivale “aberrante”.

In fotografia, per aberrazione cromatica si intende, invece, un difetto che si può riscontrare in tutti i sistemi ottici. Il suo effetto visibile ad occhio nudo è ua sorta di alone bianco intorno agli oggetti all’interno della foto. Si tratta, in sostanza, di una sfocatura nei bordi.

In medicina si parla invece di aberrazione mentale per intendere un ottenebramento – solitamente momentaneo – delle facoltà intellettuali e della capacità di autocontrollo. Con aberrazione stellare (o della luce), infine, si intende lo spostamento apparente delle stelle sulla volta celeste dovuto al moto di rivoluzione della Terra.

Sinonimo di aberrazione

Sinonimi di aberrazione sono, quindi, errore, deviazione, traviamento, sviamento.

Contrario di aberrazione è, invece, normalità, regola, onestà.

Frasi con il termine aberrazione

Esempi di utilizzo della parola aberrazione sono nelle seguenti frasi.

  • La solitudine era la causa della malattia; il sentirsi solo lo avrebbe fatto ripiombare nella sua aberrazione.
  • La mente umana fa l’abitudine a qualsiasi aberrazione, ma bisogna tornarci indietro perché certe cose non passano mica.
  • In questo caso il giudizio di “aberrazione e confusione” è senza dubbio appropriato e c’è anche motivo di stare in pensiero.
  • Ho vissuto un’esperienza aberrante!
  • La sua filosofia è a dir poco aberrante.
  • Sei una persona capace di qualsiasi tipo di aberrazione mentale.

Leggi anche:

photo credit: Sim Dawdler via photopin cc