Dacia Maraini, biografia e opere della scrittrice

Poetessa, scrittrice, saggista e drammaturga, Dacia Maraini fa parte della generazione degli anni Trenta italiani e ha segnato un’epoca: di certo sarà ricordata per sempre. Primogenita dello scrittore ed etnologo toscano di origini ticinesi Fosco Maraini e della principessa e pittrice palermitana Topazia Alliata, appartenente all’antico casato siciliano di origini pisane degli Alliata di Salaparuta. Sensibile ai delitti e alle carneficine che la Sicilia dovette subire per colpa della mafia ella stessa affermò: “Conoscevo troppo bene le arroganze e le crudeltà della Mafia che sono state proprio le grandi famiglie aristocratiche siciliane a nutrire e a far prosperare perché facessero giustizia per conto loro presso i contadini. Io non ne volevo sapere di loro. Mi erano estranei, sconosciuti. Li avevo ripudiati per sempre già da quando avevo nove anni ed ero tornata dal Giappone affamata, poverissima, con la cugina morte ancora acquattata nel fondo degli occhi. […] Io stavo dalla parte di mio padre che aveva dato un calcio alle sciocchezze di quei principi arroganti rifiutando una contea che pure gli spettava in quanto marito della figlia maggiore del duca che non lasciava eredi. Lui aveva preso per mano mia madre e se l’era portata a Fiesole a fare la fame, lontana dalle beghe di una famiglia impettita e ansiosa. […] E invece eccoli lì, mi sono cascati addosso tutti assieme, con un rumore di vecchie ossa, nel momento in cui ho deciso, dopo anni e anni di rinvii e di rifiuti, di parlare della Sicilia. Non di una Sicilia immaginaria, di una Sicilia letteraria, sognata, mitizzata.”

Dacia Maraini: biografia

La vita della scrittrice è caratterizzata da libri, conoscenze e collaborazioni prestigiose e importantissimo fu il teatro da lei fondato con Maricla Boggio, chiamato teatro “della Maddalena”, gestito e diretto soltanto da donne. Ha scritto più di sessanta testi teatrali rappresentati in Italia e all’estero, tra cui ricordiamo Manifesto dal carcere e Dialogo di una prostituta con un suo cliente. Vita caratterizzata  da tantissime vicissitudini e tantissime soddisfazioni come quelle avute negli anni 2000. La lista è lunghissima: nel 2001 ha pubblicato La nave per Kobe, in cui rievoca l’esperienza infantile della prigionia in Giappone e Amata scrittura. Laboratorio di analisi letture proposte conversazioni.  Nel 2004 è la volta di Colomba. Nel 2007 ha pubblicato Il gioco dell’universo, con il quale vince il Premio Cimitile nella sezione di narrativa, e nel 2008 Il treno dell’ultima notte. Nel 2010 “La seduzione dell’altrove”. Nel 2011 “La grande festa”. Tra i premi vinti, di certo tra  i più prestigiosi ritroviamo quello della Città di Puglia, oltre al premio Strega e al Premio Cimitile. Nel 2016, quindi molto recentemente, acquistò la cittadina onoraria di Arona sul lago Maggiore, località dove si svolge ogni anno il festival di teatro e letteratura “Il teatro sull’acqua” di cui è direttrice artistica. Altra particolarità della fantastica scrittrice è l’amore indecifrabile che ha nei confronti degli animali, tanto grande, che la spinge a diventare completamente vegetariana.

Dacia Maraini: i romanzi

Tanti i romanzi che portano il nome di Dacia Maraini e di certo è importante ricordarli uno per uno, libri e scritture che portano la donna ad avere un grandissimo successo, attivista dal punto di vista sociale e culturale e presente in modo molto imponente anche in tantissime università italiane. Ecco la lista completa dei suoi romanzi:

  • La vacanza, Milano, Lerici, 1962.
  • L’età del malessere, Torino, Einaudi, 1963.
  • A memoria, Milano, Bompiani, 1967.
  • Memorie di una ladra, Milano, Bompiani, 1972.
  • Donna in guerra, Torino, Einaudi, 1975.
  • La donna tagliata a pezzi, Milano, A. Mondadori, 1980.
  • Lettere a Marina, Milano, Bompiani, 1981.
  • Il treno per Helsinki, Torino, Einaudi, 1984.
  • La lunga vita di Marianna Ucrìa, Milano, Rizzoli, 1990.
  • Bagheria, Milano, Rizzoli, 1993.
  • Voci, Milano, Rizzoli, 1994.
  • Dolce per sé, Milano, Rizzoli, 1997.
  • La nave per Kobe. Diari giapponesi di mia madre, Milano, Rizzoli, 2001.
  • Colomba, Milano, Rizzoli, 2004.
  • Il gioco dell’universo. Dialoghi immaginari tra un padre e una figlia, con Fosco Maraini, Milano, Mondadori, 2007.
  • Il treno dell’ultima notte, Milano, Rizzoli, 2008.
  • La grande festa, Milano, Rizzoli, 2011.
  • Menzogna felice, Roma, La Biblioteca di Repubblica-L’Espresso, 2011.
  • L’amore rubato, Milano, Rizzoli, 2012.
  • Chiara d’Assisi. Elogio della disobbedienza, Milano, Rizzoli, 2013.
  • La bambina e il sognatore, Milano, Rizzoli, 2015.
  • Tre donne. Una storia d’amore e disamore, Milano, Rizzoli, 2017.

Ma la carriera della Maraini non si ferma solo ai romanzi, infatti importanti opere sono anche i racconti per bambini:

  • Storie di cani per una bambina, Milano, Bompiani, 1996.
  • La pecora Dolly. E altre storie per bambini, Milano, Fabbri, 2001.
  • La notte dei giocattoli, disegnata da Gud, Latina, Tunué, 2012.

Bellissime e profonde anche le poesie:

  • Botta e risposta poetica… o quasi, con Nicolò Maraini, Roma, Editrice dell’Orso, 1960.
  • Crudeltà all’aria aperta, Milano, Feltrinelli, 1966.
  • Donne mie, Torino, Einaudi, 1974.
  • Mangiami pure, Torino, Einaudi, 1978.
  • Dimenticato di dimenticare, Torino, Einaudi, 1982.
  • Maraini, Stein, Roma, Il ventaglio, 1987.
  • Viaggiando con passo di volpe. Poesie 1983-1991, Milano, Rizzoli, 1991.
  • Occhi di Medusa, Calcata, Edizione del Giano, 1992.
  • Se amando troppo. Poesie 1966-1998, con CD-ROM, Milano, Rizzoli, 1998.
  • Notte di capod’anno in ospedale, Roma, Lepisma, 2009.

Ed infine le opere teatrali e i Saggi che caratterizzano tutta la sua vita sia personale che lavorativa:

Opere Teatrali:

  • Il ricatto a teatro e altre commedie, Torino, Einaudi, 1970.
  • Viva l’Italia, Torino, Einaudi, 1973.
  • La donna perfetta, Venezia, La Biennale, 1974.
  • La donna perfetta seguito da Il cuore di una vergine, Torino, Einaudi, 1975.
  • Don Juan, Torino, Einaudi, 1976.
  • Dialogo di una prostituta con un suo cliente. Con un dibattito sulla decisione di fare il testo e la preparazione dello spettacolo, Padova, Mastrogiacomo-Images 70, 1978.
  • I sogni di Clitennestra e altre commedie, Milano, Tascabili Bompiani, 1981.
  • Lezioni d’amore e altre commedie, Milano, Bompiani, 1982.
  • Stravaganza, Roma, Serarcangeli, 1987.
  • Paura e amore, con Margarethe von Trotta e Laura Novati, Milano, A. Mondadori, 1988.
  • Erzbeth Bathory; Il geco; Norma 44, Roma, Editori & Associati, 1991.
  • Veronica, meretrice e scrittora, Milano, Bompiani, 1992.
  • La casa tra due palme, Salerno, Sottotraccia, 1995.
  • Maria Stuarda. Mela, Donna Lionora giacubina, Stravaganza, Un treno, una notte, Milano, Biblioteca universale Rizzoli, 2001.
  • Teatro anni Novanta
  • I, Veronica, meretrice e scrittora. La terza moglie di Mayer, Camille, Milano, Biblioteca universale Rizzoli, 2001.
  • II, Memorie di una cameriera. Storia di Isabella di Morra raccontata da Benedetto Croce, I digiuni di Catarina da Siena, Milano, Biblioteca universale Rizzoli, 2001.
  • Per Giulia, con la collaborazione di Angela Bove, della professoressa Maria Rosaria Carnevale, l’apporto delle parole delle amiche e del diario ritrovato di Giulia, Roma, Perrone, 2011.
  • Per proteggerti meglio, figlia mia, Roma, Perrone, 2011.
  • In viaggio da Itaca, con Gabriele Marchesini, Cesena, Il ponte vecchio, 2011.
  • Lettere d’amore, lettere di Gabriele D’Annunzio in una cornice teatrale di Dacia Maraini, con CD, Roma, Perrone, 2012.
  • Teresa la ladra, con CD, Roma, Perrone, 2013.
  • Passi affrettati, Roma, Perrone, 2015.

Saggi:

  • Fare teatro. Materiali, testi, interviste, Milano, Bompiani, 1974.
  • Suor Juana, in suor Juana Inés de la Cruz, Risposta a suor Filotea, Torino, La Rosa, 1980.
  • La bionda, la bruna e l’asino, Milano, Rizzoli, 1987. ISBN 88-17-53514-1.
  • Cercando Emma, Milano, Rizzoli, 1993. ISBN 88-17-66477-4.
  • Un clandestino a bordo, Roma, Gabriele e Mariateresa Benincasa, 1993; Milano, Rizzoli, 1996. ISBN 88-17-84465-9.
  • Il sommacco. Piccolo inventario dei teatri parlermitani trovati e persi, Palermo, Flaccovio, 1993. ISBN 88-7804-085-1.
  • Dizionarietto quotidiano. Da “amare” a “zonzo”, 229 voci raccolte da Gioconda Marinelli, Milano, Bompiani, 1997.
  • Giromondo, con Enzo Biagi, Modena, Panini, 1999.
  • Fare teatro. 1966-2000, 2 voll., Milano, Rizzoli, 2000.
  • Amata scrittura. Laboratorio di analisi letture proposte conversazioni, Milano, Rizzoli, 2000.
  • Madri e figlie. Ieri e oggi, con Anna Salvo e Silvia Vegetti Finzi, Roma-Bari, Laterza, 2003.
  • Dentro le parole. Aforismi e pensieri, Cava de’ Tirreni, Marlin, 2005.
  • I giorni di Antigone. Quaderno di cinque anni, Milano, Rizzoli, 2006.
  • Passi affrettati, Pescara, Ianieri, 2007.
  • Sulla mafia. Piccole riflessioni personali, Roma, Perrone, 2009.
  • Il sogno del teatro. Cronaca di una passione, con Eugenio Murrali, Milano, BUR Rizzoli, 2013.
  • La mia vita, le mie battaglie, con Joseph Farrell, Pisa, Della Porta, 2015.
  • Se un personaggio bussa alla mia porta. “Come si racconta…”, Roma, Rai Eri, 2016.