Lo studio è per tutti ma non tutti lo sanno. Sono sempre di più gli studenti in Italia che dopo aver intrapreso un percorso universitario decidono di abbandonare a beneficio della carriera lavorativa. Per fare tutto questo occorre consegnare in segreteria la rinuncia agli studi, in modo da non trovarsi poi con una serie di tasse arretrate da pagare per un servizio che non si è più sfruttato. Attenzione però perché la rinuncia agli studi agli è irrevocabile e comporta l’annullamento dell’intera carriera universitaria. Non potrai in un secondo momento ripensarci e riprendere il percorso dove lo hai lasciato. Prendendo questa decisione non potrai più tornare indietro e se un domani decidessi di riprendere gli studi dovresti ricominciare da capo, partendo dall’ultimo titolo conseguito.

 Si può rinunciare alla rinuncia agli studi?

Si può rinunciare alla rinuncia agli studi?

La rinuncia agli studi – lo dicevamo prima – è definitiva. Comporta l’annullamento di tutti gli esami e le future tasse da pagare. Ti permette di uscire dal sistema universitario ma non si può revocare. Una volta presa questa decisione non potrai più rinunciare alla rinuncia agli studi. Prima di procedere, quindi, ti consigliamo di valutare tutte le alternative possibili. Prenditi del tempo per riflettere sulla decisione che stai per prendere. Se sei ancora convinto, devi sapere che la domanda che presenterai e che porrà fine alla tua carriera universitaria ha delle regole precise quindi prima di compilarla rivolgiti alla segreteria per avere tutte le indicazioni. Per procedere poi dovrai essere in regola con le tasse arretrate, stampare la domanda e consegnare tutto in segreteria insieme ad una marca da bollo, libretto universitario e tutti i documenti richiesti. La domanda di ritiro dall’università può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno, bisogna solo essere in regola con i bollettini che trovi nell’area dello studente. Naturalmente, una volta portata a termine l’operazione perderai definitivamente lo status di studente e tutti i benefici che comporta appartenere a questa categoria (sconti, mensa ecc) verranno annullati per sempre.

Qualora poi dovessi decidere che è venuto il momento di riprendere gli studi potrai procedere con una nuova immatricolazione e con il pagamento di una nuova retta il cui importo sarà sempre calcolato sul tuo ISEE. Tutto riprenderà da capo come se quello accaduto prima della rinuncia agli studi non fosse mai esistito. Il futuro ora è tutto nelle tue mani: vuoi davvero procedere con la rinuncia agli studi o hai bisogno ancora di tempo per rifletterci su?