Test medicina 2022: le ultime news

A breve si svolgerà il test di Medicina 2021 e già ci troviamo qui a parlarvi di quello dell’anno prossimo. Non lo facciamo con cattive intenzioni, bensì per chiarire a tutti se si farà o se verrà abolito. La proposta di abolirlo deriva dal fatto che gli ospedali sono sempre più in carenza di medici e la difficile situazione è attribuibile alle difficoltà che molti giovani studenti hanno nel superare i test d’ingresso. Al momento non siamo a conoscenza di nessuna conferma o smentita dal Miur o dal ministro dell’istruzione.

Test medicina 2022: sarà abolito?

Poco prima dell’inizio dell’anno accademico alcune facoltà richiedono il test d’ingresso, e queste sono: Medicina, Veterinaria, Architettura e Professioni Sanitarie. Lo scopo dei test è sempre stato quello di garantire l’accesso ai corsi esclusivamente a chi, con il superamento dei test, dimostri di essere preparato e di meritare, quindi, un posto ad una delle facoltà che richiede la prova di accesso. Negli ultimi anni, però, è sempre più forte e insistente la voce secondo cui il test di medicina venga abolito in quanto si è registrato un numero sempre più basso di medici negli ospedali. A cosa si deve, quindi, la mancanza di questi medici? Per molti è da attribuire ai test, molti studenti, infatti, non riescono ad entrare e perdono così l’occasione di poter studiare e diventare, un giorno, dei bravi medici. Al momento non vi è alcuna notizie ufficiale a riguardo e si deve tenere presente che il nuovo governo si è appena insediato, il ministro dell’istruzione è cambiato e, al momento, non si è ancora pronunciato sull’argomento.

Test medicina 2022: la data ipotetica

Nel caso in cui il nuovo governo dovesse esprimersi contrario all’abolizione del test d’ingresso a medicina, l’anno prossimo, di questi tempi, saremo qui a parlare delle domande che gli studenti che si iscriveranno nel 2020 si troveranno ad affrontare. Se le cose non dovessero cambiare, il test di medicina sarà il secondo a svolgersi come quest’anno e lo scorso (prima invece era il primo in assoluto), sarà composto da 60 quesiti, ogni candidato potrà scegliere la risposta esatta tra 5 opzioni in un tempo massimo di 100 minuti. La risposta esatta vale 1,5 punti, la risposta non data 0 punti, la risposta sbagliata -0,4 punti. La data potrebbe essere presumibilmente intorno ai primi giorni di settembre, ma ribadiamo che stiamo parlando in via ipotetica, ad oggi non abbiamo notizie ufficiali, non sappiamo ancora se verrà abolito o meno.