Dublino a Natale, le regole anticovid in Irlanda attualmente in vigore fanno capo al livello 3 di sicurezza stabilito dal Governo al fine di contrastare i contagi. Ma sono previste alcune eccezioni per il periodo natalizio con l’intento di regalare ai cittadini un Natale – nonostante diverso da quello degli anni passati – quanto più possibile sereno.

Dublino a Natale, le regole anticovid in vigore in Irlanda

Sono attualmente in vigore le restrizioni dettate dal livello 3 di sicurezza anticovid. Ma gli adeguamenti per il periodo natalizio entrati in vigore il 1 dicembre prevedono:

  • la riapertura dei luoghi di culto, seppur con le dovute misure restrittive
  • la riapertura di musei, gallerie, cinema e biblioteche
  • l’asporto e la consegna da parte dei pub che non servono cibo (nonostante questi rimangano chiusi al pubblico)

Si prevede, inoltre, che dal 18 dicembre al 6 gennaio:

  • le famiglie possono incontrarsi con un massimo di altre due famiglie
  • ci si possa spostare tra diverse contee

Dal 7 gennaio, previa revisione dell’andamento dei contagi, si applicheranno le misure messe in atto prima del 18 dicembre. L’uso delle mascherine è raccomandato nei luoghi di lavoro affollati, all’interno dei luoghi di culto e negli spazi all’aperto affollati.

Leggi anche: Londra a Natale: le regole anti-covid nel Regno Unito

Dublino, le regole anticovid in Irlanda

Le regole anticovid in vigore dal 1 dicembre 2020 nel rispetto de level 3 di sicurezza prevedono invece che:

  • le famiglie non dovrebbero incontrarsi con altre famiglie al di fuori di quelle all’interno della loro cerchia
  • le persone dovrebbero rimanere nella loro contea indipendentemente dal lavoro, dall’istruzione e da altri motivi

Dal 4 dicembre:

  • ristoranti e pub che servono cibo possono riaprire per pranzo rispettando le dovute restrizioni
  • l’istruzione dovrebbe avvenire online tramite didattica a distanza

Inoltre:

  • sono permessi matrimoni con fino a 25 invitati
  • sono consentiti funerali con fino a 25 persone presenti
  • non sono consentiti eventi all’aperto
  • sono consentite riunioni con 15 partecipanti all’aperto
  • sì allo sport all’aperto in gruppi di al massimo 15 persone
  • si all’allenamento individuale al chiuso, ma non di danza
  • palestre, centri ricreativi e piscine possono riaprire solo per allenamenti individuali
  • locali notturni, discoteche e casinò dovrebbero rimanere chiusi
  • smartworking da preferire laddove possibile

Leggi anche: