Nyhavn, il porto vecchio di Copenhagen

A Copenhagen ci si può andare per molti e diversi motivi. Si può fare come il Peppi che ha visitato scriveva qualche tempo fa Marco.

Nyhavn è l’antico porto canale di Copenhagen, anche se tradotto letteralmente significa Porto Nuovo. dai prigionieri di guerra svedesi, fu costruito tra il 1670 e il 1673 dai prigionieri di guerra svedesi.

Nyhavn si estende Kongens Nytorv, la piazza nuova del Re (sempre re Cristiano V), fino a Skuespilhuset, li teatro dove ha casa la reale compagnia di danza danese.

Difficile perdersi da queste parti; sul lato nord, quello con i numeri dispari, si trova una serie di case colorate costruite con legno, mattoni e intonaco; la casa più antica, al numero 9, risale al 1661.

Di sicuro più popolari dei palazzi che si allineano sul lato sud del canale (i ricchi hanno sempre i loro privilegi…), quello con i numeri pari, dove si trovano sontuosi palazzi, tra i quali palazzo Charlottenborg.

Tra il ponte Nyhavn e Kongens Nytor, si trovano poi tutta una serie di imbarcazioni storiche, appartenenti al Museo del Porto e al Museo Nazionale Danese. Un must per gli amanti della vela.

Alla fine del canale, vicino a Kongens Nytorv, poi si trova una grossa ancora, posta a ricordo di tutti i marinai danesi. Oltre 1.700, morti durante la seconda guerra mondiale, servendo tra le fila degli alleati.

E poi tanti ristoranti e bar, frequentatissimi dai turisti, e dagli abitanti di Copenhagen durante la stagione estiva, anche se non è raro trovarne anche d’inverno, magari protetti da una coperta poggiata sulle gambe.

Ci si arriva con le linee M1 e M2 della metro, stazione di Kongens Nytorv, e con le linee 901, 902, 903 e 904 del locale servizio pubblico di bus che fermano a Skuespilhuset.

Nella mappa tutti i post a tema Copenhagen. Clicca sulla fotografia e vai al post.

View Travelblog-Cosa vedere a Copenhagen in a larger map

Foto Jacob Surland, Wikimedia Commons.