Settimana bianca: le più belle località italiane

Siete ancora in tempo per organizzare la vostra settimana bianca  e andare a trascorrere delle lunghe giornate sulla neve a sciare su e giù per i monti. Il mese di gennaio si sta per concludere, ma avete ancora un altro mese abbondante e, probabilmente, anche buona parte del mese di marzo. Se non avete idea di dove andare e di come organizzarvi, non temete, ci siamo noi qui a darvi tutte le risposte di cui avete bisogno. Il primo punto su cui ci soffermeremo riguarda il periodo migliore in cui partire e poi, dulcis in fundo, vi daremo un elenco delle migliori e più belle località sciistiche italiane tra cui sceglierete la vostra meta, andiamo.

Leggi anche:

Partire per la settimana bianca: qual è il periodo migliore

Per organizzare una settimana bianca perfetta, sia dal punto di vista economico che per la scelta della località e del pernottamento, è preferibile iniziare i preparativi con un po’ di anticipo. Se non disponete di tutto per la vostra settimana sulla neve, dovete innanzitutto procurarvi il necessario dall’abbigliamento agli scii. In un secondo momento, potete iniziare a provvedere alla ricerca della località e quindi concentrarvi anche su dove pernottare, potendo scegliere tra hotel, villaggi o appartamenti. Per quanto riguarda il periodo migliore per partire dobbiamo fare un discorso più approfondito: le settimane che vanno dal 23 Dicembre al 7 Gennaio sono in assoluto le più care e le più affollate. Le migliori settimane, considerando il rapporto qualità-prezzo, sono le ultime tre di gennaio; i mesi di punta per trascorre una settimana bianca sono, invece, Febbraio e Marzo. A Febbraio il clima è ideale per sciare fino a tarda ora, mentre a Marzo è meno favorevole per sciare ma ci si può dedicare a lunghe passeggiate ed escursioni.

Non perderti: Quando andare in settimana bianca

Settimana bianca in Italia: le più belle località

Eccoci arrivati alla parte più interessante, la scelta della località tra le più belle italiane:

  1. Abetone: L’Abetone è situato nella regione del pistoiese, nell’alta valle del Sestaione ad un’altitudine di 1388 m. s. m., presso il confine con l’Emilia Romagna;
  2. Cervinia:  Gli impianti sono collegati con quelli di Zermatt in Svizzera del Cervino, e con la Valtournenche, creando un unico comprensorio sciistico con ca. 200 km di piste;
  3. Cortina d’Ampezzo: Ricca di piste impegnativa e coreografiche in mezzo ai massicci dolomitici;
  4. La Thuile: Località in Val d’Aosta nel comprensorio del Monte Bianco e fa confine con la Francia;
  5. Madesimo: Sorge a pochi chilometri dal Passo dello Spluga nella Val San Giacomo che si dirama dalla Valtellina;
  6. Courmayeur:  dotata di strutture ricettive eleganti, negozi di prestigio, un moderno palaghiaccio e di un noto centro congressi;
  7. Madonna di Campiglio: conosciuta anche per la classica pista 3-Tre;
  8. Monterosa Ski: Il nome deriva dall’adiacente Monte Rosa e si estende nelle due regioni Valle d’Aosta e Piemonte;
  9. Piancavallo: Località sciistica locata nel Friuli Venezia Giuglia,
  10. Pila: Si trova in Valle d’Aosta, e raggiunge la quota di 17790 m. e dispone di collegamenti per circa 50 km di piste.