Assonanza deriva da “assonare”, cioè “avere suono simile”. Si ha quando due o più parole al termine del verso presentano le stesse vocali a partire da quella tonica.

Si distinguono diverse tipologie:

Assonanza semplice: coincidono soltanto le vocali

Assonanza della sola tonica: coincide solo la vocale accentata

Assonanza atona:  coincide la vocale o la sillaba non accentata

Consonanza tonica: coincidono solo le cosonanti

 

Esempi:

Rasone-colore

Pietà-demandava

Mare-sere

Partire= splendore

“E reca in mano un mazzolin di rose e viole
(Leopardi)

“Questa sera mi sento tesa